Didattica a distanza libera per gli alunni! Lettera

Stampa

Inviata da Maestra Iva (Francese Iva) – Cara Ministra, lei che dice che noi professori delle scuole superiori di secondo grado, con la Didattica a distanza abbiamo perso solo tempo, sappia che il tempo me lo ha fatto perdere lei oggi;

costringendo i ragazzi ad assentarsi dalle classi, in video e in presenza, per dimostrare il loro dissenso verso le modalità e i tempi di rientro a tutti i costi; e costringendo me e i miei colleghi , a rimanere in aule vuote e fredde. Sappia che in questi mesi, tutto abbiamo fatto, fuorché perso tempo.

Abbiamo fatto anzi, più di quello che siamo riusciti a fare durante il mese o poco più, all’inizio dell’anno, che siamo stati in didattica al 50%, a causa del cattivo funzionamento dei mezzi tecnologici messi a nostra disposizione. Sappia anche che per non perdere appunto altro tempo prezioso, gli alunni si sono resi disponibili a presentare lavori in Flipped Classroom nella disciplina di Educazione Civica, sul tema della LIBERTA’ declinata in tutte le sue eccezioni. Pur sapendo che nei prossimi giorni se non saranno in presenza, gli sarà messa (ingiustamente a mio avviso) l’assenza. Si ricordi che come si evince da tutti i loro lavori prodotti, per libertà s’intende la condizione per cui un individuo può decidere di pensare, esprimersi e agire senza costrizioni, ricorrendo alla volontà di ideare e mettere in atto un’azione, mediante una libera scelta dei fini e degli strumenti che ritiene utili a realizzarla.

Didattica a distanza libera per gli alunni!

Tutti in presenza, auspico al più presto, ma solo se le condizioni siano realmente sicure!

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur