Didattica a distanza, impensabile parlare di valutazione! Lettera

WhatsApp
Telegram
ex

Inviato da Mario Bocola – In questo momento di gravissima emergenza sanitaria per il covid 19, in cui è essenziale la salute di ciascuno di noi, la valutazione degli apprendimenti degli studenti rappresenta l’ultimo dei problemi dell’Italia.

Tutti i docenti si devono impegnare soltanto a supportare psicologicamente gli studenti che si trovano sbandati, smarriti e sbigottiti.

La didattica a distanza si sta rivelando uno strumento utile per questa fase emergenziale, ma non si può parlare di valutazioni formative e sommative.

Certo se la sospensione delle attività didattiche dovesse prolungarsi alla fine dell’anno scolastico tutti i docenti faranno gli scrutini e gli esami di stato on line e terranno conto in maniera preponderante del periodo che stiamo attraversando. In questo frangente tutti gli alunni devono essere sostenuti ed aiutati, vista l’eccezionalità.

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario secondaria, EUROSOFIA: Il 3 febbraio non perderti il webinar gratuito a cura della Prof.ssa Maria Grazia Corrao