Didattica a distanza, Frate: le misure adottate non tengono conto del digital divide

WhatsApp
Telegram

“Sulla scuola manca una visione politica che tenga conto dell’emergenza che stiamo vivendo, diciamolo chiaramente. Ora più che mai servono soluzioni lungimiranti.

Benchè le tecnologie digitali rappresentino sicuramente una risorsa preziosa, a mio avviso le misure che si stanno adottando non tengono conto di alcune complessità rilevanti come il digital divide, i problemi legati alla disabilità, le difficoltà socio-economiche delle famiglie, le quali possono generare significativi limiti in termini di accessibilità e di pari opportunità.” Scrive Flora Frate, deputata Gruppo Misto.

“Queste variabili rischiano di ledere profondamente il diritto allo studio, perché con la didattica a distanza c’è il rischio concreto che venga garantito soltanto chi se lo può permettere e stanziare 85 milioni di euro mi sembra fuorviante, soprattutto se consideriamo che queste risorse potrebbero essere investite per il potenziamento dei presidi e delle strumentazioni sanitarie. Tamponi e respiratori, giusto per fare un esempio.

La politica è chiamata ad assumersi la responsabilità delle scelte, anche quelle più radicali, per salvaguardare la salute psico-fisica e cognitiva di tutti i cittadini. E proprio in un momento cosi difficile – dove la maggior parte delle famiglie e dei ragazzi ha un sovraccarico emotivo per la paura, per la perdita dei propri cari, per l’incognita del domani – c’è bisogno di rasserenare prospettando soluzioni e percorsi certi.

Non c’è furbizia nei docenti e nei ragazzi nel chiedere che l’anno scolastico venga salvaguardato, che la promozione sia garantita e che la maturità tenga conto, anche con forme inedite, della straordinarietà del momento” conclude la Frate.

WhatsApp
Telegram

Eurosofia ti offre il suo supporto per la Preparazione ai Concorsi scuola ed aumentare il punteggio per le graduatorie GPS