Didattica a Distanza e strutturazione dell’orario in DaD: un esempio di orario rimodulato

WhatsApp
Telegram

Il Piano per la Didattica Digitale Integrata è adottato in attuazione delle Linee guida per la Didattica Digitale Integrata (D.M. 7 agosto 2020, n. 89). Esso contempla la DAD non più come didattica d’emergenza ma Didattica Digitale Integrata che prevede l’apprendimento con le tecnologie considerate uno strumento utile per facilitare apprendimenti curricolari e favorire lo sviluppo cognitivo.

Lo “spostamento” in modalità virtuale dell’ambiente di apprendimento e dell’ambiente giuridico

La DDI, di fatto, rappresenta – come sottolinea il brillante “Piano per la Didattica Generale Integrata” dell’Istituto Comprensivo Scialoia di Milano presieduto dal Dirigente scolastico Dott.ssa Monica Aloise – lo “spostamento” in modalità virtuale dell’ambiente di apprendimento e dell’ambiente giuridico in presenza. Il principio guida resta la garanzia del diritto allo studio a favore di tutti gli alunni previsto dalla Costituzione, di cui la comunità educante saprà farsi carico, perché risponde alla missione stessa di ogni lavoratore della scuola e dell’istituzione scolastica stessa.

Nessuno resta indietro

È doveroso inoltre richiamare l’esigenza di non lasciare alcun alunno indietro, adottando ogni intervento atto a continuare il percorso di apprendimento e di crescita di ciascuno, favorendo la comunicazione scuola-famiglia e verificando l’effettivo fabbisogno di device e connettività.

Il Piano integra il PTOF e tiene conto delle potenzialità digitali della comunità scolastica

Il Piano integra il PTOF, – come è evidenziato nel “Piano per la Didattica Generale Integrata” dell’Istituto Comprensivo Scialoia di Milano – tiene conto delle potenzialità digitali della comunità scolastica emerse nel corso della sospensione delle attività in presenza nel 2020, individua le modalità per riprogettare l’attività didattica, con particolare riguardo alle necessità specifiche degli alunni con disabilità, con Disturbi Specifici dell’Apprendimento e con altri Bisogni Educativi Speciali. Individua le modalità e le strategie operative per garantire a tutti gli studenti le stesse possibilità, in termini di accesso agli strumenti necessari per una piena partecipazione.

Strumenti da utilizzare

La scuola assicura unitarietà all’azione didattica rispetto all’utilizzo delle piattaforme, degli spazi di archiviazione, dei registri per la comunicazione e gestione delle lezioni e delle altre attività, al fine di semplificare la fruizione delle lezioni e il reperimento dei materiali da parte degli alunni soprattutto di quelli che hanno maggiori difficoltà ad organizzare il proprio lavoro.

Per l’espletamento della didattica digitale integrata sono adottati i seguenti strumenti:

  • registro elettronico
  • piattaforma G Suite for Education per i collegamenti, le riunioni degli organi collegiali e i colloqui.

I docenti coordinatori e i docenti referenti di classe/sezione creano la propria classe virtuale

I docenti coordinatori e i docenti referenti di classe/sezione creano la propria classe virtuale nella quale vengono inseriti tutti gli alunni della classe e i docenti del consiglio di classe/sezione compresi gli insegnanti di sostegno.

Attività sincrone e asincrone

I docenti gestiscono all’interno della propria classe le attività sincrone e asincrone, i materiali, l’assegnazione dei compiti le comunicazioni con alunni e famiglie per le riunioni e i colloqui.

La registrazione delle presenze degli alunni a lezione

La registrazione delle presenze degli alunni a lezione – come è precisato, a buon motivo, nel puntuale “Piano per la Didattica Generale Integrata” dell’Istituto Comprensivo Scialoia di Milano – avverrà per ogni ora e sarà annotata sul registro elettronico. Per la rilevazione della presenza in servizio dei docenti sarà utilizzato il registro elettronico, così come per le comunicazioni scuola-famiglia e l’annotazione dei compiti giornalieri. Le giustifiche delle assenze saranno registrate nella sezione apposita del registro elettronico.

La bacheca per le comunicazioni

Le comunicazioni istituzionali e di servizio per i docenti e le famiglie avverranno tramite la bacheca.

La restituzione

Si ritiene necessario prevedere frequenti momenti di interazione tra docenti e alunni, in modo da permettere la restituzione da parte degli insegnanti di quanto operato in autonomia dai propri studenti.

Per le situazioni di fragilità, a qualsiasi tipologia esse siano riconducibili, è opportuno effettuare periodici monitoraggi al fine di attivare tutte le azioni necessarie volte a garantire l’effettiva fruizione delle attività didattiche, in particolar modo per gli studenti con cittadinanza non italiana e/o neoarrivati in Italia, anche con il supporto delle agenzie del territorio.

Orario e frequenza delle lezioni

In caso di nuovo lockdown (scongiurabile) e più che altro in caso di didattica a distanza per quarantene o solamente in ragione delle nuove disposizioni normative, è necessario:

  • tener conto dell’età dei più piccoli nell’attivazione del progetto pedagogico
  • mantenere costante il contatto con gli alunni e con le famiglie, soprattutto per i bambini della scuola dell’infanzia
  • favorire il coinvolgimento attivo degli studenti
  • prevedere sufficienti momenti di pausa nella combinazione tra attività in modalità sincrona e asincrona.

Possibile frazione oraria

Per le classi della scuola secondaria di primo e secondo grado verrà assicurato lo svolgimento dell’orario settimanale in modalità sincrona con l’intero gruppo classe, prevedendo una riduzione dell’unità oraria, per esempio, a 45 minuti, con intervalli di 15 minuti, in una fascia oraria ben definita.

La scuola primaria

Per la scuola primaria si svolgeranno moduli orari antimeridiani (da preferire) in modalità sincrona. Si potrà valutare (sarebbe necessario prevedere l’attività didattica solo in modalità antimeridiana) la realizzazione di moduli pomeridiani in modo da garantire adeguato spazio settimanale a tutte le discipline, tenuto conto dell’età dei bambini e del contesto classe/interclasse. Si potrà valutare la possibilità di prevedere ulteriori attività in piccolo gruppo per alunni con bisogni educativi speciali.

La scuola dell’Infanzia

Per la scuola dell’infanzia l’aspetto più importante sarà quello di mantenere il contatto con i bambini e con le famiglie. Saranno garantite attività sincrone e asincrone alternate e bilanciate tenendo conto delle esigenze e dell’età dei bambini. La scuola dell’infanzia si avvarrà inoltre di una apposita sezione del sito web riservata alle famiglie.

Modalità di svolgimento delle attività

Le attività previste dalla didattica digitale integrata – come è evidenziato nel “Piano per la Didattica Generale Integrata” dell’Istituto Comprensivo Scialoia di Milano – possono essere distinte in attività sincrone (videolezioni, verifiche orali degli apprendimenti, svolgimento di compiti con il monitoraggio in tempo reale da parte dell’insegnante…), e attività asincrone (fruizione di materiale didattico digitale fornito o indicato dall’insegnante, visione di videolezioni o altro materiale video predisposto dall’insegnante, produzione di elaborati di tipo multimediale,…).

Attività sincrone e asincrone

Attività sincrone e attività asincrone risultano tra loro complementari e concorrono in maniera sinergica al raggiungimento degli obiettivi di apprendimento e allo sviluppo delle competenze personali e disciplinari.

Rispetto del proprio orario di servizio

Il personale docente è comunque tenuto al rispetto del proprio orario di servizio e alle prestazioni connesse all’esercizio della professione docente. Anche nel caso di sospensione delle attività didattiche in presenza, gli impegni del personale docente seguono il piano delle attività previsto per l’anno scolastico e deliberato dal collegio dei docenti.

L’Animatore e il Team digitale

L’Animatore e il Team digitale – come è specificato nel “Piano per la Didattica Generale Integrata” dell’Istituto Comprensivo Scialoia di Milano, ottimo esempio giuridico di rango secondario – garantiscono il necessario supporto alla realizzazione delle attività digitali della scuola. Guidano alla realizzazione e all’uso di repository per la raccolta degli elaborati degli alunni. La creazione di repository scolastiche esplicitamente dedicate alla conservazione di attività o video-lezioni svolte e tenute dai docenti, prodotti che potranno costituire strumento utile per la conservazione, ma anche per ulteriore fruibilità nel tempo di quanto prodotto dai docenti stessi, sempre nel rispetto della disciplina in materia di protezione dei dati personali, con particolare riguardo alla conservazione di immagini e/o audio.

Orario Interno DAD ALLEGATO ALLA DIDATTICA DIGITALE INTEGRATA 2021 – 2022

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VII ciclo, corso di preparazione valido per preselettiva, scritto ed orale. Con esempi. Ultimi giorni a prezzo scontato