Didattica a distanza, Censis: solo 11% scuole ha coinvolto tutti gli studenti

Indagine Censis su questi mesi di didattica a distanza in emergenza sanitaria. Solo nell’11% delle scuole tutti gli studenti sono stati coinvolti nelle lezioni online.

Soltanto l’1% degli istituti non ha dovuto fornire attrezzature hardware. L’84% ha distribuito device agli studenti, ma a fine aprile il 7% non aveva ancora gli strumenti necessari per seguire le lezioni.

Sono i dati emersi dalla ricerca condotta su un campione di 2.812 dirigenti scolastici.

Il 61% dei presidi è convinto che la scuola ha scoperto di non essere attrezzata per la Dad, l’84% ritiene che si potrebbe ricorrere più spesso a questa modalità.

Per il 75% dei dirigenti si è ampliato il gap di apprendimento tra gli studenti in base alla disponibilità di strumenti informatici e alle competenze tecnologiche dei familiari, mentre il 53% crede che non si riesca a coinvolgere appieno gli studenti con Bes. Nel 40% delle scuole la dispersione è superiore al 5% della popolazione studentesca. La situazione più difficile al Sud.

Preparazione concorsi, TFA e punteggio in graduatoria con CFIScuola!