Didattica a distanza, Azzolina: “Inventata durante il lockdown, grande sperimentazione, ma dobbiamo tornare tutti in presenza”

Stampa

La ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, è intervenuta a Uno Mattina Estate, programma di approfondimento giornalistico in onda su Rai 1.

Spazio non solo alla questione riguardante l’organico, ma anche ciò che riguarda la didattica a distanza: “A settembre dobbiamo tornare tutti a  scuola in presenza. La didattica digitale è stata pensata per le  scuole superiori e si può prevedere anche per un giorno a settimana,  ma è un esempio e comunque sarebbe solo per ragazzi dai 14 anni in  su”.

“La didattica a distanza – ha spiegato – è stata ‘inventata’ durante  il lockdown, è stata una grande sperimentazione. A settembre dobbiamo tornare tutti in presenza”.

Azzolina: “In arrivo il personale ‘Covid’, 50mila tra docenti e Ata assunti a tempo determinato

GLI APPROFONDIMENTI

Didattica a distanza, ecco le nuove regole. Bozza Linee Guida

Didattica a distanza, come organizzarla e quali obiettivi da perseguire. Bozza Linee Guida

Didattica a distanza, cosa è previsto per gli alunni ‘fragili’ e con bisogni educativi speciali. Bozza Linee Guida

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!