Didattica a distanza: aspetti metodologici, pedagogici, didattici e organizzativi. Corso con iscrizione e fruizione gratuite

di redazione

item-thumbnail

Organizzato e certificato da SO.GE.S, ente accreditato al Miur (Società del gruppo Orizzonte Scuola), in collaborazione con Orizzonte Scuola Formazione

La partecipazione al corso è gratuita, si può quindi scegliere se certificare le 25 ore di formazione, al costo di 59 euro, dopo aver visionato l’intero corso, che rimarrà comunque disponibile e fruibile gratuitamente per 150 giorni dal primo accesso in piattaforma.

Iscriviti gratuitamente

Formatore: Fundarò Antonio

Tipologia iniziativa formativa•  Online

Presentazione dell’iniziativa formativa:

Il senso della didattica a distanza, la sua ricerca, la sua piena comprensione va oltre, talvolta, quella diffidenza che l’aveva caratterizzata al suo esordio nella scuola italiana.

Il senso, si diceva, ma anche la necessità. In questa fase di particolare criticità (ma anche nel futuro dell’organizzazione della didattica), è necessario, prioritario, indifferibile che la scuola italiana si proponga  come punto di riferimento, come snodo chiave per far sì che gli studenti percorrano quel sentiero, divenuto tortuoso, che li porterà ad acquisire, nonostante sia necessario rimodulare le micro-abilità,  le competenze richieste dal profilo in uscita, e anche e forse quel senso di responsabilità e coscienza del proprio fare nell’ottica della cittadinanza partecipata, solidale e, principalmente, attiva.

Attiva come dovrebbe continuare ad essere la scuola.

E per essere attiva è necessario che sia competitiva e che gli insegnati comprendano non tanto l’importanza della scommessa educativa, quanto, piuttosto, la necessità di capovolgere la loro visione della scuola e, peggio, la visione che essi (una parte, naturalmente, e pochi per fortuna) hanno di sé nel processo formativo.

Taluni, infatti, continuano a ritenersi attori principali, registi, scenografi e direttori di luci e fonica, non sapendo che la tecnologia offre, se vogliono, un ruolo strategico ma più marginale di quello che si sono ritagliati, talvolta, sulle spalle dei propri alunni.

Evidentemente non è mai esistita una specifica normativa sulla didattica a distanza. Dunque, in Italia, essa trova fondamento nel decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. (20A01278) pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.47 del 25-02-2020 che, come più volte detto, all’articolo 1, comma d) recita “i dirigenti scolastici delle scuole  nelle  quali  l’attività didattica  sia  stata  sospesa  per  l’emergenza  sanitaria,  possono attivare, di concerto con gli organi collegiali competenti e  per  la durata della sospensione, modalità di  didattica  a  distanza  avuto anche  riguardo  alle  specifiche   esigenze   degli   studenti   con disabilità”.

A fronte delle polemiche inutili che talvolta taluni innescano, i docenti italiani hanno, con responsabilità, mostrato immediatamente senso delle istituzioni e, più ancora, rispetto del loro ruolo.

A loro vogliamo dedicare queste lezioni.

Iscriviti gratuitamente

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione