Dichiarazioni redditi, modello 730: come compilare quadro C relativo a redditi di lavoro dipendente o assimilati

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’Agenzia delle Entrate ha fornito apposite indicazioni per la compilazione del quadro C “Redditi di lavoro dipendente ed assimilati”, per coloro i quali hanno percepito nell’anno 2017 più redditi.

Quali redditi indicare

I dati da indicare nel suddetto quadro C possono essere ricavati dalla Certificazione Unica 2018. Se il rapporto di lavoro viene interrotto prima che sia disponibile la Certificazione Unica 2018, il sostituto d’imposta, oltre a rilasciare la Certificazione Unica 2017 a seguito di richiesta del dipendente, è tenuto a rilasciare la Certificazione Unica 2018 entro il 31 marzo 2018. Pertanto, per la compilazione della dichiarazione dei redditi, i dati devono essere comunque ricavati dalla Certificazione Unica 2018.

Quadro C

Il quadro C è suddiviso nelle seguenti sezioni:

Sezione I: redditi di lavoro dipendente, di pensione e alcuni redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente;

Sezione II: altri redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente che non vanno riportati nella sezione I;

Sezione III: ritenute Irpef e addizionale regionale all’Irpef trattenuta dal datore di lavoro sui redditi indicati nelle Sezioni I e II;

Sezione IV: addizionale comunale all’Irpef trattenuta dal datore di lavoro sui redditi indicati nelle Sezioni I e II;

Sezione V: bonus Irpef.

Se lo spazio disponibile nel modello non è sufficiente per i dati che si devono inserire, bisogna cliccare su “Aggiungi modulo” in alto a destra per compilare altri moduli.

Per ulteriori informazioni sulla compilazione del quadro C è possibile consultare le istruzioni del modello 730/2018

Versione stampabile
anief anief
soloformazione