Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Dichiarazione redditi 730 2019: quale sostituto di imposta indicare?

WhatsApp
Telegram

Chi devono indicare come sostituto d’imposta i docenti precari il cui contratto con la scuola che ha emesso certificazione unica sia terminato?

Salve, avrei, gentilmente, bisogno di alcune informazioni circa l’indicazione del sostituto d’imposta nel modello 730; se ho ricevuto una certificazione da una scuola, nel modello predetto come sostituto devo indicare la scuola o il MEF? Nel caso in cui il rapporto con la scuola sia stato a tempo determinato (e quindi non mi trovo più a lavorare presso lo stesso istituto dello scorso anno) come mi devo comportare?

Scusandomi per la banalità delle domande e ringraziandovi per la cortesia porgo i più cordiali saluti.

Al momento della presentazione del 730 si deve indicare il sostituto di imposta con cui si sta lavorando (e che presumibilmente sarà lo stesso anche a luglio quando l’eventuale credito/debito sarà inserito in busta paga). Se non si ha un sostituto di imposta è bene presentare il 730 senza sostituto di imposta.

In questo modo le somme che risultano a credito saranno rimborsare dall’Agenzia delle Entrate tramite le coordinate indicate al momento della presentazione. Se invece è a debito non indichi nessun sostituto d’imposta e paghi con l’F24.

Essere a credito o a debito non è una variabile indipendente.
– Se è a credito, indichi la scleta “senza sostituto d’imposta” provvederà l’Agenzia delle Entrate ad emettere un rimborso tra dicembre dello stesso anno e il gennaio dell’anno successivo;
– Se è a debito, non ha senso indicare il sostituto d’imposta che applichi il conguaglio sullo stipendio di luglio. A luglio non viene pagato. Ergo, sarà un 730 senza sostituto e pagherà con F24.

E’ possibile indicare anche l’Inps come sostituto di imposta ma solo con domanda di disoccupazione accolta, altrimenti si corre il rischio, in caso di ritardi e intoppi, di dover presentare un 730 integrativo.

Nel suo caso se è sicuro che la scuola in cui lavora sarà la stessa del prossimo anno (se è in ruolo) può inserire come sostituto d’imposta la scuola in cui sta lavorando, altrimenti proceda come le ho descritto sopra.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Concorso ordinario secondaria: diventerà annuale. Nessuna prova preselettiva. Eurosofia mette a disposizione i propri esperti