04 Agosto 2020 - Aggiornato alle 22:17

Dichiarazione dei redditi, 730/2020: figli a carico, lezioni private, spese istruzione, otto per mille all’edilizia scolastica. Le novità

Dichiarazione dei redditi: l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il modello 730/2020 e le istruzioni per la compilazione, con le ultime novità. 

Le novità del 730/2020 per i redditi del 2019+

  •  Estensione dell’utilizzo del 730 all’erede
  •  Nuovo limite reddituale per i figli a carico: dall’anno d’imposta 2019, per i figli di età non superiore a ventiquattro anni, il limite di reddito complessivo per essere considerati a carico è elevato a 4.000 euro.
  •  Impatriati: […]
  • Detrazione per comparto sicurezza e difesa […]
  • Detrazione per riscatto dei periodi non coperti da contribuzione (c.d. “pace contributiva”): […]
  • Detrazione per infrastrutture di ricarica […]
  • Sport bonus: contribuenti identificati con il numero seriale indicato nella tabella A, allegata al decreto del 23 dicembre 2019, possono
    fruire di un credito d’imposta. Il credito d’imposta è pari al 65% delle somme erogate in favore degli enti gestori o proprietari di impianti
    sportivi pubblici ed è riconosciuto nel limite del 20% del reddito imponibile ed è ripartito in tre quote annuali di pari importo.
  •  Credito d’imposta per bonifica ambientale: […]
  • Detrazione per spese di istruzione: per l’anno 2019 l’importo massimo annuo delle spese per cui si può fruire della detrazione è pari
    a 800 euro.

Lezioni private

I docenti titolari di cattedre nelle scuole di ogni ordine e grado, che hanno percepito compensi derivanti dall’attività di lezioni private e
ripetizioni e che intendono fruire della tassazione sostitutiva, presentano anche il quadro RM del mod. REDDITI Persone Fisiche 2020;

Otto per mille all’edilizia scolastica

Da quest’anno il contribuente che  destina una quota pari all’otto per mille del gettito Irpef allo Stato, può indicare la finalità scegliendo

  • fame nel mondo
  • calamità
  • edilizia scolastic
  • assistenza ai rifugiati
  • beni culturali)

Spese sostenute in favore dei minori o di maggiorenni con disturbo specifico dell’apprendimento (DSA)

È possibile fruire della detrazione del 19 per cento per le spese sostenute
fino al completamento della scuola secondaria di secondo grado in favore
dei minori o di maggiorenni con disturbo specifico dell’apprendimento
(DSA), per l’acquisto di strumenti compensativi e di sussidi tecnici informatici di cui alla legge 8 ottobre 2010, n. 170, necessari all’apprendimento, nonché per l’uso di strumenti compensativi che favoriscano la comunicazione verbale e che assicurino ritmi graduali di apprendimento delle lingue straniere.

La detrazione spetta per le spese sostenute sia per i familiari fiscalmente a
carico sia per il contribuente stesso