Di Meglio: “Gli insegnanti non possono essere lasciati soli di fronte ad aggressioni purtroppo sempre più frequenti”

WhatsApp
Telegram

“L’empatia per gli alunni ed il rapporto umano sono una caratteristica importante della professione docente. Ma se manca il rispetto verso l’insegnante e verso la scuola non c’è questione di empatia”.

Così il coordinatore nazionale della Gilda, Rino Di Meglio, boccia le parole di Luciana Littizzetto che sulla vicenda della docente di Rovigo colpita tre mesi fa alla testa da pallini sparati da una pistola ad aria compressa, durante la lezione all’Istituto tecnico Viola Marchesini ha commentato che “se il professore riesce a essere empatico non gli sparano con la pistola ad aria compressa”.

“Nel caso specifico – sottolinea Di Meglio all’Adnkronos – si è trattato di atti di violenza teppistica che devono essere puniti. Ciò che mi chiedo è perché non ci abbia pensato la scuola. Gli insegnanti non possono essere lasciati soli di fronte ad aggressioni purtroppo sempre più frequenti, non dissimili da quelle che avvengono nella Sanità”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur