Di Maio: dobbiamo finanziare la scuola, per continuità didattica e assunzione precari

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Vicepremier Luigi Di Maio, presente all’evento “Oggi Protagonisti”, è intervenuto sulla scuola. Le sue parole hanno interessato anche il precariato.

Di Maio: basta riforme

Il Vicepremier, come riferito da Askanews, ha affermato che la scuola non ha bisogno di altre riforme e, per quante ne ha subite, ha subito anche degli shock.

Si deve lavorare, ha proseguito, per studenti e insegnanti.

Di Maio: risorse e assunzione docenti

Ciò che serve alla scuola, ha affermato ancora il Vicepremier, sono quelle risorse necessarie ad assicurare la continuità didattica agli studenti, cosa che vuol dire meno precariato per gli insegnanti e un’edilizia scolastica che sia all’altezza. 

Le sue parole:

Prima di riformare la scuola bisogna finanziarla e dobbiamo investire molte più risorse sia con il nuovo Def sia con la legge di Bilancio per garantire continuità didattica per gli studenti che vuol dire meno precariato per gli insegnanti e un’ediliza scolastica che sia all’altezza“.

Di Maio, dunque, annuncia future assunzioni per i docenti precari con risorse che dovrebbero essere stanziate nel nuovo DEF (Documento di Economia e Finanza) e nella Legge di Bilancio.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione