Di Giuseppe (Italia dei Valori): interrogazioni su certificazione alunni disabili e sovraffollamento aule

di Lalla
ipsef

On. Anita Di Giuseppe – "Volendo tenere sempre alta l’attenzione sui problemi della scuola Italiana, abbiamo depositato oggi due nuove interrogazioni in Commissione Cultura."

On. Anita Di Giuseppe – "Volendo tenere sempre alta l’attenzione sui problemi della scuola Italiana, abbiamo depositato oggi due nuove interrogazioni in Commissione Cultura."

"La prima interrogazione riguarda la nuova modalità per certificare la disabilità degli alunni, finalizzata all’ottenimento dell’insegnante di sostegno. In sostanza accade che i tempi per l’espletamento di tutta la procedura non coincidono con quelli della programmazione scolastica, e questo penalizza soprattutto le famiglie dei disabili con difficoltà minori, che sono costrette a rinunciare alla certificazione per evitare lungaggini burocratiche. Per andare incontro alle esigenze dei ragazzi disabili e delle loro famiglie, abbiamo chiesto di evitare questo iter farraginoso.

Nell’altra interrogazione si chiede al Ministro quali provvedimenti intenda adottare per risolvere il sovraffollamento delle aule, visto che diversi edifici scolastici italiani non hanno i requisiti richiesti dalla normativa in materia di sicurezza (D.M. 26 agosto 1992, legge 11 gennaio 1996 n°23), in particolare, noi dell’Italia dei Valori, chiediamo che venga rispettato il D.P.R. 20 marzo 2009 che prevede per le classi iniziali delle scuole ed istituti di ogni ordine e grado, comprese le scuole per l’infanzia che accolgono alunni con disabilità, un numero di alunni non superiore a 20.

Purtroppo – conclude l’On. Di Giuseppe – in alcune aule, comprese quelle con alunni disabili, sussiste una condizione di grave sovraffollamento, che rende complessa la tutela dell’incolumità degli alunni e non permette di soddisfare a pieno le esigenze formative degli alunni."

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare