On. Di Giuseppe (IDV): interpellanze su ATA e ITP ex Enti locali e su classe di concorso A052

di Lalla
ipsef

Comunicato On . Anita Di Giuseppe – Oggi in Aula ho discusso le interpellanze urgenti, la n. 2-01291 riguardante le Problematiche relative al riconoscimento dell’anzianità di servizio dei lavoratori ausiliari, tecnici, amministrativi (ATA) e degli insegnanti tecnico-pratici (ITP) transitati dal comparto degli enti locali ai ruoli dello Stato, e la n. 2-01292 relativa alle Iniziative a favore degli insegnanti precari della classe di concorso A052 e per la revisione delle disposizioni di cui alla notaministeriale n. 272 del 14 marzo 2011"

Comunicato On . Anita Di Giuseppe – Oggi in Aula ho discusso le interpellanze urgenti, la n. 2-01291 riguardante le Problematiche relative al riconoscimento dell’anzianità di servizio dei lavoratori ausiliari, tecnici, amministrativi (ATA) e degli insegnanti tecnico-pratici (ITP) transitati dal comparto degli enti locali ai ruoli dello Stato, e la n. 2-01292 relativa alle Iniziative a favore degli insegnanti precari della classe di concorso A052 e per la revisione delle disposizioni di cui alla notaministeriale n. 272 del 14 marzo 2011"

"Per quanto riguarda la prima interpellanza, nonostante la risposta non sia stata completamente soddisfacente, c’è da sottolineare però, la disponibilità espressa dal Sottosegretario Elena Ugolini, a voler rivedere la situazione attuale, ed a tal proposito ho voluto sottolineare la necessita di due interventi, uno di natura giuridica e l’altro di natura economica, affinché a questi lavoratori venga riconosciuta un’anzianità per intero. Ho inoltre sottolineato che questa categoria attende chiarezza dal 1999, e sarebbe ora di farla.

Per quanto riguarda l’ interpellanza, relativa alla classe di concorso A052, ho inteso sottolineare che così come stanno le cose si capovolge per intero quello che è il principio meritocratico delle abilitazioni a cascata, cioè la possibilità agli abilitati delle classi di concorso più basse, A051 e A050, di accedere ad un cospicuo numero di istituti, cosa invece che non è estesa proprio alla classe di concorso A052, che magari ha delle competenze maggiori.

Quindi, viene anzi evidenziata la limitazione delle possibilità lavorative di questi docenti della classe di concorso A052., è necessario risolvere questa situazione, come è necessario salvaguardare le reali competenze dei docenti.

Alla risposta del Sottosegretario, soprattutto sui punti relativi ai tagli subiti dalla scuola, ho atto presente che il Ministro Gelmini ha fatto cassa su quella che è la scuola pubblica italiana e che questo il gruppo dell’Italia dei Valori non lo potrà mai giustificare. Data la disponibilità dimostrata dal Sottosegretario, auspico che da oggi si inizi a cercare le giuste soluzioni e le risposte ai molti problemi della scuola, anche se -conclude l’On. Di Giuseppe – ho ribadito che non bastano i proclami, c’è invece bisogno di soluzioni e di certezze la scuola, fino ad oggi, non ha mai avuto".

Versione stampabile
anief
soloformazione