Di giorno lavorava come Ata in una scuola, di sera in un bar: multa per collaboratrice scolastica

WhatsApp
Telegram

Un caso insolito ha attirato l’attenzione della Guardia di Finanza di Vicenza. Durante alcuni controlli di routine, gli agenti hanno scoperto che una donna, impiegata come collaboratrice scolastica a Lonigo, aveva un secondo lavoro come barista a Sossano, per il quale non aveva richiesto né ottenuto l’autorizzazione dalla scuola.

In entrambe le posizioni, la donna aveva mantenuto una regolare orario di lavoro – scolastica la mattina e barista la sera. Tuttavia, la mancanza di comunicazione e l’approvazione del secondo lavoro ha creato una situazione di irregolarità.

La Guardia di Finanza, dopo aver ricostruito il periodo di lavoro effettuato nei due ruoli e i relativi compensi, ha imposto una multa al titolare del bar. La sanzione ammonta al doppio dei compensi elargiti alla donna, rendendo la situazione un caso emblematico di trasgressione della normativa in vigore.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri