DGSA FF, Anief: ricorso per ammissione diretta alla prova scritta del concorso

Comunicato Anief – Oggi incontro Miur-sindacati per dar seguito all’intesa stipulata il 24 aprile: per quanto riguarda il personale Ata viene specificato che bisogna valorizzarlo, prevedendo misure specifiche per facenti funzione Dsga; infatti diversi non hanno superato la prova preselettiva e Anief rilancia il proprio ricorso per far accedere il personale Ata di ruolo con alle spalle 3 anni interi di servizio come facente finzione Dsga direttamente alle prove scritte 

Oggi appuntamento importante: proseguono “gli incontri al Miur per dare attuazione all’intesa stipulata tra Governo, Miur e sindacati” il 24 aprile. Per quanto concerne il personale Ata, l’intesa recita: “Occorre altresì valorizzare il personale ATA che, già di ruolo, aspiri a progredire nella carriera, attraverso l’emanazione degli istituti contrattuali vigenti, ivi inclusi gli assistenti amministrativi facenti funzione DSGA”.

Inoltre, nell’incontro odierno, verrà analizzata la proposta del senatore Mario Pittoni, “per la creazione di una graduatoria in cui inserire gli assistenti amministrativi con una anzianità di servizio di 24 mesi (due anni) nel profilo di Dsga, per valorizzare le professionalità acquisite”.

Anief, al fine di tutelare gli assistenti amministrativi che già hanno avuto esperienza come Dsga, ha attivato il ricorso, presso il Tar del Lazio, per far accedere il personale Ata di ruolo con alle spalle 3 anni interi di servizio come facente funzione Dsga direttamente alle prove scritte.

Può poter accedere al ricorso il personale Ata di ruolo in possesso dei 3 anni interi di servizio come facente funzione DSGA che vuole ottenerne l’accesso diretto alle prove scritte del concorso, a prescindere dall’esito della prova preselettiva.