Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Detrazioni figli a carico 730: spettano per i figli non conviventi?

Stampa

I figli restano fiscalmente a carico dei genitori, indipendentemente dall’età, anche se hanno residenza diversa.

Al contribuente che ha dei familiari a carico spettano detrazioni per i carichi familiari ma anche per le spese sostenute per i familiari fiscalmente a carico (come ad esempio spese di istruzione, sanitarie, universitarie, ecc…). Ma cosa accade se i figli, pur essendo a carico dei genitori, non hanno la stessa residenza? Scopriamo rispondendo ad una nostra lettrice che ci scrive:

Buongiorno, nel presentare il 730 ho sempre fruito delle detrazioni per mio figlio a carico portando in detrazione anche le sue spese sanitarie e quelle universitarie. Ma quest’anno mi trovo in difficoltà perchè lo scorso anno il ragazzo, che ha appena compiuto 23 anni, ha deciso di andare a vivere da solo per cercare la sua indipendenza, se non economica, almeno di fatto. Ovviamente noi paghiamo il suo affitto e gli passiamo un mensile. Quello che mi chiedo è se posso ancora fruire delle detrazioni figli a carico per lui e se posso portare in detrazione quanto pagato lo scorso anno per l’Università.

Detrazioni figli a carico

A differenza di quello che accade per gli altri familiari a carico per i quali è necessaria la convivenza, per i figli il carico fiscale resta in capo ai genitori anche se non c’è convivenza con la prole. Questo significa che un figlio, a patto che non abbia redditi superiore a quelli stabiliti dalla legge, resta a carico dei genitori anche se ha residenza diversa.

Per restare a carico dei genitori un figlio deve avere un reddito non superiore ai 4mila euro se ha un età non superiore ai 24 anni, non superiore a 2840,51 euro se ha un’età superiore ai 24 anni.

Se, quindi, un figlio non residente con i genitori non ha un proprio reddito i genitori mantengono il diritto di poter fruire delle detrazioni per i figli a carico e di portare in detrazione le spese sostenute per i figli in questione.

Nel suo caso, visto che sottolinea la non indipendenza economica del ragazzo, se suo figlio non ha redditi propri superiori ai 4mila euro (ovviamente senza considerare i redditi che gli vengono forniti da voi genitori) resta fiscalmente a vostro carico anche se non vive più con voi.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione