Dichiarazione redditi, docenti e ATA possono detrarre alcune spese di viaggio

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Detrazione del 19% delle spese di trasporto effettuate nel 2018 anche per chi giornalmente si reca a lavoro con mezzi di trasporto? Analizziamo la normativa vigente

Salve, ho letto oggi il vostro articolo sulle detrazioni per spese di viaggio e mi è sorto un dubbio: mia moglie, professoressa in altra città rispetto a quella di residenza, sostiene le spese di trasporto aeree e bus extraurbano per raggiungere la scuola dove insegna. Tali spese rientrano fra quelle detraibili? Grazie

Detrazione spese di trasporto nella dichiarazione redditi

Con la Legge di Bilancio 2018 è stata introdotta la detrazione Irpef del 19% per le spese sostenute per gli abbonamenti al trasporto pubblico regionale ed interregionale. L’importo massimo che si potrà detrarre è di 250 Euro di spesa, la detrazione massima calcolata in dichiarazione dei redditi è di  47,5 euro.

Spese che si possono detrarre

Si possono portare in detrazione in sede di dichiarazione dei redditi (Modello Redditi 2019/Modello 730), le spese sostenute nel 2018 fino a un massimo di 250 euro. Le spese sostenute riguardano abbonamenti di trasporto locale, regionale ed interregionale (quindi metropolitane, autobus, treni, tram, ecc…). La detrazione vale secondo il principio di cassa, quindi si potrà detrarre nell’anno in cui avviene il pagamento. In virtù di tale principio si potrà detrarre la spesa sostenuta nel 2018 anche se l’abbonamento scade nel 2019.

La detrazione spetta per se stessi e anche per i familiari a carico (comma 2 dell’art. 15 del TUIR). Resta fermo il tetto di spesa di 250 euro.

Quindi, in risposta al nostro lettore la risposta è affermativa.

Detrazioni spese di trasporto: cosa si intende per abbonamento

Per abbonamento si intende un titolo di viaggio che consenta al titolare di poter effettuare un numero illimitato di viaggi, per più giorni per un determinato percorso o rete, in un periodo specificato.

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile