Detrazione fiscale del 19% per acquisti su strumenti compensativi e sussidi per i DSA

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Con la legge di Bilancio ( legge 205/2017) è prevista una detrazione fiscale per l’acquisto di dispositivi e apparati tecnici per gli studenti con disturbi specifici dell’apprendimento.

Ne parla il sole24ore.

L’articolo 1, comma 665 ha previsto, a partire dal 2018, una detrazione del 19% a favore di minori o di maggiorenni con diagnosi Dsa, fino al completamento della scuola secondaria di secondo grado.

Lo sconto fiscale riguarderà le spese sostenute per acquistare strumenti compensativi e sussidi tecnici e informatici, necessari all’apprendimento, e che favoriscano la comunicazione verbale,  favorendo ritmi graduali di apprendimento delle lingue straniere.

Le modalità attuative sono state pubblicate in un documento dell’agenzia delle Entrate.

Gli studenti devono avere un certificato rilasciato dal Ssn, da specialisti o strutture accreditate (ex articolo 3, comma 1, legge 170/2010) che attesti la diagnosi di Dsa per sé o il familiare a carico.
La detrazione spetta a condizione che il collegamento funzionale tra i sussidi e gli strumenti compensativi e il tipo di disturbo dell’apprendimento diagnosticato risulti dalla certificazione ovvero dalla prescrizione autorizzativa rilasciata da un medico.
Le spese devono essere documentate da fattura o scontrino fiscale che riporti il codice fiscale del soggetto affetto da Dsa e la natura del prodotto acquistato o utilizzato.

Ecco cosa si può detrarre

Tra gli strumenti compensativi essenziali:
• la sintesi vocale
• il registratore
• i programmi di video scrittura con correttore ortografico
• la calcolatrice

Tra i sussidi tecnici e informatici rientrano le apparecchiature e i dispositivi basati su tecnologie meccaniche, elettroniche o informatiche.

Per approfondire clicca qui

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione