Detrazione fiscale acquisto libri: appena 50 mln, vale 2 euro a famiglia

di
ipsef

red – Vi abbiamo già dato notizia della presenza nella Legge di stabilità della detrazione fiscale per chi acquista libri, approfondiamo parlando di cifre.

red – Vi abbiamo già dato notizia della presenza nella Legge di stabilità della detrazione fiscale per chi acquista libri, approfondiamo parlando di cifre.

Ricordiamo che la detrazione non riguarda soltanto i libri di scuola, ma qualsiasi libro, tranne gli e-book.

Le famiglie e le persone giuridiche (che non usufruiscono già di detrazione Iva) potranno "usufruire di una detrazione d’imposta del 19%”, per acquisti di libri muniti di codice Isbn, “fino ad una spesa annua di duemila euro, di cui mille per l’acquisto di libri di testo”.

Il tetto massimo di spesa è di 50mln di euro che dovrà coprire 20milioni di famiglie italiane.

Una cifra irrisoria che corrisponde a 2,5 euro a famiglia, che dunque potrà ottenere una detrazione fiscale su circa 20 euro di libri, a fronte di una media annua di spesa per i soli libri scolastici che si aggira intorno alle 500 euro e il cui 19% fa 95 euro.

Insomma, queste cifre permetteranno di avere uno sconto del 19% su un libro che potrà costare al massimo 20 euro.

Cifre stanziate, dunque, ridicole, un incentivo psicologico all’acquisto di libri, più che un vero e proprio supporto per case editrici e famiglie.

Si sa, che in tempi di vacche magre valgono più i proclami che gli interventi concreti.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare