Deroghe personale ATA, Uil Scuola Rua Toscana: “Serve un sostanziale aumento per il buon funzionamento delle scuole”

WhatsApp
Telegram

“Più volte abbiamo segnalato come i posti in deroga dal personale ATA siano spesso risultati insufficienti per il funzionamento delle scuole toscane. Quest’anno inoltre ci viene segnalata la mancata proroga di posti al 30 giugno anche nel caso di posti liberatisi per accettazione di incarico di DSGA”. 

Inizia così la lettera aperta al direttore USR Toscana riguardo alle deroghe del personale ATA inviata dalla federazione UIL Scuola RUA della Toscana

Di fatto – si legge nella lettera – come ormai ben noto, ogni anno lo sviluppo degli organici ATA è costituito sulla base dei parametri ormai superati ed individuati dalle Tabelle Ministeriali nel limite dei vincoli imposti dal MIM dal MEF per contenimento della spesa pubblica, non considerando compiutamente vari fattori tra i quali per citare alcuni esempi:
• dimensionamenti (accorpamenti) scolastici che hanno portato alla costituzione di Istituti Comprensivi che superano abbondantemente le consistenze ottimali (ai quali ci siamo opposti per la difficoltà di gestione sia amministrativa che contabile, sia organizzativa che didattica);
• particolarità territoriali e specificità delle varie istituzioni scolastiche della nostra Regione situate sia in zone montane che isolane;
• elevato numero di alunni con disabilità che necessitano di adeguata assistenza“.

In ragione del buon funzionamento delle nostre scuole, con particolare riferimento anche alle necessità di opportuna assistenza agli alunni con disabilità, la federazione Uil scuola Rua Toscana chiede un sostanziale aumento del contingente delle deroghe per il personale ATA confidando che la S.V. saprà accogliere quanto rappresentato nello spirito collaborativo che contraddistingue il nostro sindacato. Allo stesso tempo invita i dirigenti scolastici a rinnovare le opportune richieste” conclude la lettera.

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: cosa studiare e come prepararsi. Webinar Eurosofia di presentazione il 26 luglio ore 17.00