Depennamento da Graduatorie ad esaurimento GaE: cosa accade a docenti già di ruolo, con contratto fino al 31 agosto, con supplenza breve. Chiarimenti

Stampa

Depennamento dalle Gae per effetto di sopravvenuti provvedimenti giurisdizionali sfavorevoli. Precisazioni dell’Ufficio Scolastico di Avellino sulla tipologia di contratti da stipulare ai docenti interessati dalle sentenze.

Contratti a tempo indeterminato

I Dirigenti Scolastici delle scuole di titolarità/servizio dovranno provvedere alla risoluzione dei contratti di lavoro stipulati a tempo indeterminato ed alla contestuale trasformazione degli stessi in un contratto a tempo determinato fino al 30 giugno nei confronti di quei docenti immessi in ruolo da GAE in esecuzione di un provvedimento favorevole successivamente ribaltato in sede di merito/appello

Contratti al 31 agosto

Dovranno essere risolti i contratti di lavoro a tempo determinato stipulati con quei docenti ai quali è stato conferito l’incarico annuale per effetto dell’inclusione nelle GAE in esecuzione un provvedimento favorevole poi ribaltato in sede di merito/appello. In tal caso il Dirigente Scolatico provvederà, ove creda, a stipulare un nuovo contratto di lavoro fino al 30 giugno, con un docente avente diritto, individuato da canali di reclutamento istituzionali

Contratti di supplenza breve

Per quanto concerne i destinatari di supplenza breve, i Dirigenti scolastici provvederanno alla verifica del canale di reclutamento da cui risultano assunti i docenti e provvederanno alla risoluzione dei soli contratti di lavoro stipulati dalla I fascia delle graduatorie d’istituto.

I Dirigenti Scolastici nelle cui graduatorie d’Istituto di prima fascia risultano inseriti i docenti destinatari della sentenza sfavorevole, provvederanno alla conseguente cancellazione della posizione con riferimento alle relative classe di concorso, mantenendo o consentendo l’inserimento in seconda fascia, secondo quanto disposto nella circolare delle supplenze prot. n. 38905 del 28/08/2019.L’Ufficio si riserva di apportare in autotutela le rettifiche che si dovessero rendere necessarie.

La nota

Stampa

Il nuovo modello di PEI, Eurosofia avvia un nuovo percorso formativo. Primo incontro il 28 aprile