Dematerializzazione, registro elettronico non è sufficiente. Corte dei conti bacchetta il Ministero

WhatsApp
Telegram

Non basta il registro elettronico per l'avvio di una completa dematerializzazione nelle scuole. Manca, ad esempio, il fasciolo eletronico dello studente.

Non basta il registro elettronico per l'avvio di una completa dematerializzazione nelle scuole. Manca, ad esempio, il fasciolo eletronico dello studente.

Ritardi dovuti in parte alla necessità di "adeguare i sistemi alle modifiche normative sopraggiunte e in parte all'interruzione della collaborazione con il Consorzio interuniversitario Cineca, determinata, a sua volta, dall'incertezza circa la qualificazione di questo organismo come soggetto in house providing del Ministero". Questo quanto riporta la nota della Corte dei Conti sulla dematerializzazione nell'ambito scolastico.

Se da un lato la CdC evidenzia il lavoro svolto per consentire l'iscrizione on line in tutte le scuole del territorio nazionale nonché il buon livello di diffusione del registro on line e della informatizzazione delle comunicazioni con gli alunni e con le famiglie, viene profondamente criticato il ritardo relativo alla documentazione dello studente, a partire dal "fascicolo elettronico".

Tra le raccomandazioni rivolte al Ministero, qulla "di assicurare l'uniformità del processo di dematerializzazione e di informatizzazione fra tutte le scuole del territorio nazionale”.

Infine, la Corte dei Conti pone l'accento sull'aspetto finanziario: "con l'apporto dei dati e della analisi fornite dall'Ufficio centrale di bilancio della Ragioneria generale dello Stato presso il Miur, ha rilevato l'avvenuta riduzione delle spese postali, di consumo di carta e per i locali destinati ad archivio indotte dal processo di dematerializzazione documentale e ha raccomandato all'amministrazione di stimolare comportamenti virtuosi degli operatori al fine di conseguire ulteriori obiettivi di risparmio".

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur