Delusa la docente picchiata da mamma, non riconosciuta come pubblico ufficiale

Stampa

Delusione da parte dell’insegnante che nello scorso maggio era suo malgrado balzata alle cronache degli ambienti scolastici per un episodio in cui era stata coinvolta dalla madre di un’alunna. 

La docente aveva infatti ricevuto schiaffi al volto dalla madre di un’alunna dopo averle comunicato il provvedimento di espulsione nei confronti della figlia.

In quell’occasione il Ministro Bussetti aveva proposto una medaglia per l’insegnante  “Sono venuto a ringraziare questa insegnante anche per il suo comportamento, per l’autocontrollo che ha saputo tenere in quei momenti. L’insegnante è stata bravissima, ha pensato comunque ancora prima alla ragazza sospesa che a se stessa“.

Pochi giorni fa, il 17 gennaio – riporta il Giornale – si è svolta la prima udienza del processo e all’imputata è stato contestato il reato di ” lesioni aggravate a incaricato di pubblico servizi”.

Di fatto, manca il riconoscimento di “pubblico ufficiale”. La docente chiederà di rivedere il capo di imputazione chiedendo di inserire il riconoscimento come pubblico ufficiale.

Si tratta di un passaggio molto importante – spiega la docente Bellini dalle pagine de Il Giorno – Non si tratta così una professoressa, per nessun motivo

La prossima udienza è stata fissata per il 21 maggio.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia