Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Deduzione riscatto Laurea: attenzione non si ottiene il rimborso di tutto

WhatsApp
Telegram

Attenzione perchè parlare di deduzione non significa rimborso totale. Cerchiamo di capire.

Per il riscatto degli anni di Laurea è prevista una deduzione dell’intero importo sostenuto. A patto che ci sia la capienza fiscale. Ma cerchiamo di capire come funziona la deduzione visto che è diversa dalla detrazione. Rispondiamo alla domanda di un nostro lettore che ci scrive:

Buongiorno, sono un insegnante di scuola secondaria di II° grado, ho percepito un reddito complessivo nel 2021 di € 24.797 e ho riscattato la laurea quinquennale pagando in un’unica soluzione € 26.322. Mi è stato rimborsato € 5.459, come da specchietto:
ritenute Irpef        =                5.005
addizionale regionale    =          305
addizionale comunale    =          149
                                                5.459
Mi si dice che ho sbagliato, se avessi pagato il riscatto a rate non sarei andato sotto la capienza del reddito e avrei avuto il rimborso al 100%. Bel colpo, chi niente e chi tutto! Tanto valeva predisporre il riscatto a rate per tutti!
Adesso, posso fare qualcosa o devo rassegnarmi ad avere perso tutto?
Una considerazione: ha senso per lo Stato far pagare prima il riscatto per poi dedurlo al 100%? Praticamente​ il  riscatto è gratis.
Attendo una Vostra gentile risposta, ringrazio e saluto cordialmente.

Deduzione riscatto Laurea

Si sbaglia, il riscatto non è gratis, anche se la deduzione è al 100%. Parliamo, infatti, di deduzione e non di detrazione e non funziona come un rimborso totale della spesa sostenuta. Come funziona? Va ad abbattere il reddito imponibile su cui si calcola l’IRPEF e di fatto riduce la tassa da pagare. Nel suo caso il rimborso è stato dell’IRPEF e delle addizionali che ha pagato sul suo reddito complessivo di 24.797 euro del 2021.

Non può recuperare quanto non dedotto, ma la tranquillizzo che non ha perso tanto. Su 26.322 euro che ha speso ne ha dedotti 24.797 (ovvero il suo reddito imponibile), di fatto poteva dedurre ancora circa 1.500 euro  circa che ai fini dell’IRPEF sono circa 375 euro. Questo è quanto ha perduto non avendo avuto la capienza fiscale.

Le faccio un esempio per farle comprendere meglio: supponiamo che il suo onere per il riscatto fosse stato di pari importo del suo reddito complessivo. Il rimborso sarebbe stato di 5.459 euro, esattamente come ora. Anche avendo la stessa capienza fiscale.  Praticamente avrebbe abbattuto tutto il suo reddito imponibile e ne sarebbe derivato che non avrebbe dovuto versare IRPEF (come è accaduto lo stesso poi). E le avrebbero rimborsato l’IRPEF trattenuto nel 2021 dalla busta paga.

Di fatto, quindi, non ha perso poi così tanto. Se avesse provveduto al pagamento rateale sarebbe riuscito a recuperare anche gli ultimi 375 euro, ma diciamo che del grosso della deduzione è riuscito a godere.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur