“Dedico la laurea a tutti gli studenti che non ce l’hanno fatta o che hanno preferito la morte”. La storia di Giulia

WhatsApp
Telegram

Ha deciso di dedicare la sua tesi di laurea a tutti i suoi colleghi che hanno mollato, che non sono riusciti a raggiungere il traguardo come lei. E’ la storia di Giulia Grasso, studentessa, di Bari, fresca laureata in Lettere Antiche.

Il giorno della mia laurea non ho postato alcuna foto, né ho repostato nessuna storia. Ma ora voglio parlarne un po’ – ha scritto sul suo profilo Instagram -. Ho dedicato la mia tesi agli studenti universitari che sentono, o sentivano, di non farcela. A quelli che non ce l’hanno fatta. Perché ogni giorno sentiamo notizie riguardanti studenti che si laureano in tempo record, di ragazzi che frequentano due facoltà, e chi più ne ha più ne metta“.

Io invece –  prosegue la studentessa – ho voluto dedicare tutti i miei sforzi, e solo chi mi ha accompagnata in questo percorso sa quanto a volte sia stato difficile, a quelle persone che hanno preferito rinunciare, che sono state soffocate dall’ansia, che sono arrivate a preferire la morte piuttosto che a dover dire di non riuscire ad affrontare l’università italiana. Perché nessuno parla mai di loro. Perché nessuno pensa mai a chi non ce la fa più, a chi si porta quell’esame dietro per anni e non perché non studia, ma perché qualcuno ha deciso che quella domanda sulla nota a piè di pagina di uno dei tre libri da 500 pagine a cui non ha saputo rispondere, vale la bocciatura“.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur