Decreto vaccini, VII Commissione Senato: parere favorevole se si concede esonero a vicari scuole in reggenza

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il decreto, che ha introdotto l’obbligo delle vaccinazioni, è attualmente al vaglio del Parlamento (ove vi si stanno apportando delle modifiche) per la conversione in legge. 

Vaccini, modifiche al decreto: no intervento tribunale minori, riduzione multe e numero vaccinazioni obbligatorie

Nella seduta di ieri, 21 giugno 2017, la VII Commissione permanente del Senato, nel corso dell’analisi del provvedimento, ha espresso parere favorevole, ponendo una precisa condizione riguardante le scuole che il prossimo anno andranno in reggenza.

Ricordiamo che, per il 2017/18,  il decreto prevede una fase transitoria, sulla base della quale le famiglie potranno presentare a scuola l’attestazione dell’avvenuta vaccinazione o un’auto-dichiarazione entro il 10 settembre 2017, per cui i dirigenti scolastici dovranno svolgere, oltre alla consueta attività di avvio dell’anno scolastico, anche il controllo sulla documentazione presentata o da richiedere.

La summenzionata Commissione, in riferimento al lavoro delle scuole nel periodo iniziale dell’anno e pensando proprio a quelle istituzioni scolastiche in reggenza, ha posto come condizione che in queste ultime si autorizzi, per il solo anno scolastico 2017-2018, l’esonero dall’insegnamento di un docente (probabilmente il vicario, aggiungiamo noi).

Questa la condizione posta dalla VII Commissione:

in considerazione dei numerosi compiti attribuiti ai dirigenti scolastici dal provvedimento in esame entro la data del 10 settembre 2017, nonchè dell’elevato numero di scuole che il prossimo anno scolastico si troverà priva di un dirigente titolare, si reputa necessario autorizzare, per il solo anno scolastico 2017-2018, l’esonero dall’insegnamento di un docente nelle istituzioni scolastiche rette da un dirigente reggente, in attesa che si svolga il corso-concorso per dirigenti scolastici e si torni ad una situazione nella quale il numero di reggenze sarà quello fisiologico;

Vi aggiorneremo se la condizione suddetta sarà accolta o meno.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare