Decreto sviluppo, presidio al Senato dei precari della FLC CGIL

di redazione
ipsef

La FLC CGIL e il Coordinamento precari della conoscenza – I precari della conoscenza uniti contro il decreto "truffa". Manovra 2011: un conto salato per i lavoratori della conoscenza. La FLC CGIL e il Coordinamento precari della conoscenza hanno tenuto un presidio giorno 6 luglio presso il Senato contro il Decreto sviluppo.

La FLC CGIL e il Coordinamento precari della conoscenza – I precari della conoscenza uniti contro il decreto "truffa". Manovra 2011: un conto salato per i lavoratori della conoscenza. La FLC CGIL e il Coordinamento precari della conoscenza hanno tenuto un presidio giorno 6 luglio presso il Senato contro il Decreto sviluppo.

Numerosi gli interventi che si sono succeduti sotto il sole cocente di Roma per protestare contro un provvedimento ritenuto inadeguato a rispondere alle esigenze del Paese su settori nevralgici per la sua crescita come scuola, università, ricerca, AFAM.

A questo si aggiunge la manovra estiva, i cui contenuti riguardo a istruzione e conoscenza si prospettano distruttivi, come ha ricordato il Segretario generale della FLC CGIL Domenico Pantaleo.

Di fronte a un Governo talmente indebolito da chiedere nuovamente la fiducia, che pare sarà posta domani anche al Senato per l’approvazione definitiva del Decreto sviluppo, la mobilitazione della FLC CGIL non si ferma!

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione