Decreto sviluppo: fiducia con 317 voti. Le norme per la scuola

di Lalla
ipsef

red – Approvato con voto di fiducia alla Camera il Decreto Sviluppo. Vi proponiamo gli emendamenti proposti dal Governo e ormai parte del decreto, che adesso passerà al Senato.

red – Approvato con voto di fiducia alla Camera il Decreto Sviluppo. Vi proponiamo gli emendamenti proposti dal Governo e ormai parte del decreto, che adesso passerà al Senato.

  •  Al personale docente a tempo determinato, assegnato a pluriclassi, che presta effettivamente servizio in modo continuativo è riconosciuto il diritto ad una speciale valutazione del servizio prestato nelle sedi considerate situate in zona disagiata, secondo i criteri definiti dal MIUR
  • Le parole "31 luglio" sono sostituite da "31 agosto" (termine delle operazioni per immissioni in ruolo e supplenze)
  • "senza possibilità di nuovi inserimenti" in riferimento ai circa 20.000 docenti abilitati e abilitandi in attesa di inserirsi nelle GaE
  • L’aggiornamento delle graduatorie di istituto è effettuato con cadenza triennale
  • I docenti destinatari di nomina a tempo indeterminato decorrente dall’a.s. 2011/12 possono chiedere il trasferimento, l’assegnazione provvisoria o l’utilizzazione in altra provincia dopo cinque anni di effettivo servizio nella provincia di titolarità
  • Le disposizioni del salvaprecari restano valide per l’a.s. 2011/12, relativamente al personale della scuola che nel suddetto anno non possono stipulare, per carenza di posti, contratto di supplenza della stessa tipologia di quello dell’anno precedente o comunque dell’ultimo anno lavorativo nel triennio precedente.

Il Decreto Sviluppo

Versione stampabile
anief anief
soloformazione