Decreto Sostegni, l’assenza da lavoro di docenti e Ata per vaccino sarà giustificata. Nessuna decurtazione nello stipendio

Stampa

C’è una novità importante per il mondo della scuola nel decreto Sostegni è stato varato dal governo.

Riguarda l’assenza da lavoro del personale scolastico per la vaccinazione. In base all’articolo 28 comma 5 del decreto Sostegni (l’ultima bozza in possesso della redazione di Orizzonte Scuola) l’assenza da lavoro del personale docente, educativo, amministrativo, tecnico e ausiliario per la somministrazione del vaccino contro il Covid-19 da ritenersi giustificata. L’assenza non determina alcuna decurtazione del trattamento economico né fondamentale né accessorio.

Vaccino Covid, Brunetta: “Sì a norma per permesso retribuito a docenti e Ata”

Permessi retribuiti docenti a tempo indeterminato. Cosa fare se non bastano

Personale a tempo determinato: quanti e quali permessi spettano [orari e giornalieri, retribuiti e non retribuiti]

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur