Decreto Sostegni bis, Turi (Uil Scuola): “Insoddisfatti, la politica non risolve i problemi. Pronti alla mobilitazione” [INTERVISTA]

Stampa

Il Decreto Sostegni bis approda alla Camera tra le polemiche soprattutto per quanto riguarda il pacchetto di misure legato alla scuola. A Orizzonte Scuola interviene il segretario della Uil Scuola, Pino Turi.

“Siamo assolutamente insoddisfatti, come al solito non si è risolto il problema, si può parlare di un compromesso al ribasso”.

Poi aggiunge: “Avevamo chiesto di estirpare il cancro del precariato e invece la soluzione è un nuovo concorso straordinario. Peraltro ci sono situazioni particolari come quella del sostegno che creerà sicuramente delle discriminazioni. Già ci sono le condizioni per far venire meno una soluzione. Le mediazioni politiche, senza aver un appiglio solido con la realtà, non servono”.

Sulla reale volontà politica di risolvere il problema, Turi afferma: “Tutti ne parlano, ma quando si devono fare azioni concrete non si conclude, non si concretizza. Noi ci rendiamo conto che su questo decreto hanno trovato accordo su tutto, dai televisori alle macchine usate, sulla scuola, però, no”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur