Decreto sostegni bis, pc e tablet in comodato d’uso per famiglie con ISEE non superiore a 20mila euro. TESTO EMENDAMENTO

Stampa

Il Partito Democratico presenta un emendamento al Decreto Sostegni bis in favore delle famiglie svantaggiate per l’utilizzo di tecnologie digitali. 20 milioni di euro è il fondo per concedere alle scuole contributi per la concessione in comodato d’uso gratuito agli studenti di dispositivi digitali di connettività. 

Ecco il testo dell’emendamento

5-bis. I commi 623 e 624 dell’articolo 1 della legge 30 dicembre 2020, n. 178, sono sostituiti dai seguenti:

«623. Al fine di ridurre il fenomeno del divario digitale e favorire la fruizione della didattica digitale integrata, le istituzioni scolastiche possono richiedere contributi per la concessione in comodato d’uso gratuito agli studenti, appartenenti a nuclei familiari con un reddito ISEE non superiore a 20.000 euro annui, di dispositivi digitali dotati di connettività.

624. Il beneficio di cui al comma 623 è concesso nel limite complessivo massimo di spesa di 20 milioni di euro per l’anno 2021. A tal fine, il fondo di cui all’articolo 1, comma 62, della legge 13 luglio 2015, n. 107 è incrementato di euro 20 milioni.».

5-ter. All’articolo 1, comma 17-novies, del decreto-legge 29 ottobre 2019, n. 126, convertito, con modificazioni, dalla legge 20 dicembre 2019, n. 159, sono aggiunte in fine le seguenti parole: «nonché a decorrere dall’anno scolastico 2022/2023, i procedimenti per le assegnazioni provvisorie e per l’utilizzazione in altra istituzione scolastica».

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur