Decreto Sostegni bis, erogazione alle scuole di contributi per la concessione in comodato d’uso gratuito. Le info utili

WhatsApp
Telegram

L’articolo 58, comma 5-ter e 5-quater del Decreto Sostegni bis, introdotti durante l’esame alla Camera, prevedono l’erogazione alle scuole di contributi per la concessione in comodato d’uso gratuito agli studenti appartenenti a nuclei familiari a basso reddito di dispositivi digitali dotati di connettività, al fine, fra l’altro, di favorire la fruizione della didattica digitale integrata.

A tal fine, si sostituiscono i commi 623 e 624 e si sopprime il co. 625 dell’art. 1 della L. 178/2020 (L. di bilancio 2021).

In particolare, il comma 5-ter dispone che, al fine di ridurre il fenomeno del divario digitale e favorire la fruizione della didattica digitale integrata, le istituzioni scolastiche possono richiedere contributi per la concessione in comodato d’uso gratuito agli studenti appartenenti a nuclei familiare con ISEE non superiore a € 20.000 annui, di dispositivi digitali dotati di connettività.

Il beneficio è concesso nel limite complessivo massimo di spesa di 20 milioni per il 2021. Conseguentemente, il comma 5-quater dispone che la Presidenza del Consiglio dei ministri versa all’entrata del bilancio dello Stato le risorse ad essa già trasferite in attuazione dell’art. 1, co. 624, della L. 178/2020, nel testo vigente prima della data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto-legge in esame.

Le risorse devono essere ripartite tra le istituzioni scolastiche delle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia con decreto del Ministro dell’istruzione, di concerto con il Ministro per il sud e la coesione territoriale e il Ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale, tenuto conto del fabbisogno rispetto al numero di studenti di ciascuna e del contesto socioeconomico delle famiglie.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso: con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO