“Tutti promossi non è cultura del merito, non votiamo fiducia al Decreto scuola”: Silli (Cambiamo)

Stampa

Giorgio Silli, il deputato di Cambiamo! durante la discussione del decreto Scuola, in aula alla Camera, ha annunciato che non voterà fiducia.

Noi di Cambiamo! non voteremo la fiducia  al governo. Un conto è esprimersi su qualcosa di particolare, altro è dare una fiducia cieca al suo operato. Iniziamo dal ‘tutti promossi’.
Per le generazioni precedenti è qualcosa di assurdo, non è cultura
del merito è qualcosa riuscita solo a voi. E’ un reddito di
cittadinanza della scuola, dare a tutti in cambio di niente, ma chi ha
studiato? I genitori sono preoccupati“.

I privatisti vengono trattati come chi deve essere punito, per  fortuna ci sono le scuole paritarie e private che aiutano lo Stato nel dare istruzione a tutti eppure rischiano la chiusura. L’idea di  pensare a settembre di fare lezione con metà studenti a scuola e gli  altri a casa è il terrore delle madri. La situazione non è stata  facile, non c’è mala fede da parte vostra ma il risultato non è soddisfacente per avere la nostra fiducia. Il PD fa finta di essere  all’opposizione – conclude il deputato di Cambiamo! – abbiate il  coraggio di dire che sostenete questo governo e queste scelte“.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia