Decreto scuola, Sasso (Lega): maggioranza nella confusione più totale

Stampa

“Maggioranza nella confusione più totale sul decreto scuola” Sono queste le parole con cui Rossano Sasso precisa sugli emendamenti che hanno ricevuto parere contrario dal MEf. 

“il MEF ha chiesto di approfondire diversi emendamenti approvati in commissione (tra cui i nostri su estensione temporale ed annualità in corso) perché avendo tali proposte causato l’ampliamento della platea dei partecipanti al concorso, avrebbero modificato i costi del concorso straordinario ed il calcolo dei c.d. diritti di segreteria.

Il bilancio è il bilancio, fà il suo mestiere.” afferma il deputato leghista.

“Il problema è che la maggioranza, prima di approvare il nostro ed altri emendamenti, tra cui alcuni propri, avrebbe dovuto fare le opportune verifiche prima, date invece per svolte e garantite.
Ecco perché nel mio intervento ho parlato di superficialità di PD-Renzi-Leu- M5S, consumata sulla pelle dei lavoratori precari.

In diversi casi poi il bilancio ha dichiarato espressamente parere contrario, per mancanza di relazione tecnica o per altro tipo di errori.
Insomma, un provvedimento raffazzonato che sta diventando un problema politico per la maggioranza. Stupisce inoltre il grande silenzio del ministro Fioramonti, che in questi giorni così importanti per il mondo della scuola ha pensato bene di andarsene in Cina.
Vedremo lunedì se rimedieranno, mi auguro che alla fine la maggioranza ci consenta di portare un minimo di risultato a casa, nell’interesse degli insegnanti precari” conclude Sasso.
Decreto scuola, ecco emendamenti con parere contrario MEF: assunzioni posti quota 100, diplomati magistrale, concorso DSGA

Stampa

Concorso STEM. Minicorso di inglese e informatica, simulatori disciplinari consulenze Skype. Nuovi percorsi rapidi, mirati e intensivi