Decreto scuola, Pittoni (Lega): per maestre escluse concorso straordinario bis

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Un concorso straordinario bis per le “maestre” che non possono contare su due annualità complete di servizio prestato nella scuola statale (attuale sbarramento), pur lavorando da più anni tanto in supplenze nella statale che, con contratti di varia natura, nelle paritarie”.

Lo prevede un emendamento al decreto Scuola del senatore Mario Pittoni, presidente della commissione Cultura a palazzo Madama e responsabile Istruzione della Lega.

“Non va dimenticato – spiega Pittoni – che il primo concorso è stato varato per avviare a soluzione l’annoso problema dei diplomati magistrale, prima inseriti nelle graduatorie ad esaurimento in forza di provvedimenti giurisdizionali e poi da queste estromessi in seguito alla sentenza a sezioni unite del Consiglio di Stato.

Una seconda e diversa edizione del concorso straordinario destinato a coloro che possiedono un solo anno di servizio nello Stato, non scalfisce l’operatività della norma di riferimento ed evita la reazione di coloro che hanno partecipato al primo concorso straordinario, poiché viene rispettato il loro diritto di priorità temporale nell’accesso al ruolo.

Il dispositivo comprende pure la reiterazione delle misure di salvaguardia previste lo scorso anno scolastico per evitare cambiamenti traumatici, che – conclude Pittoni – si riverbererebbero negativamente sull’attività formativa”.

Ecco l’emendamento

Diplomati magistrale e laureati SFP: nuovo concorso straordinario, precedenza supplenze, proroga contratti. Emendamenti Lega

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione