Decreto scuola, oggi inizia discussione. Gallo: bene stop a impronte digitali

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Decreto scuola: prende avvio oggi la discussione nelle Commissioni preposte. Dichiarazione di Luigi Gallo (M5S) presidente della VII Commissione Cultura alla Camera. 

“Oggi inizia la discussione sul decreto Istruzione in commissione Cultura e voglio salutare con soddisfazione la norma che blocca le impronte digitali a scuola.

La scuola non è un carcere, né una centrale di polizia.

La Lega ci vorrebbe tutti schedati, sotto le telecamere di sorveglianza e sotto i pieni poteri in mano all’uomo del Mojito.

La scuola per fortuna va in direzione ostinata e contraria per promuovere potenzialità e talenti, per promuovere conoscenza ed educarci ad essere uomini liberi capaci di vivere per il bene comune.

Per questo il M5S negli scorsi mesi ha fatto un duro lavoro dopo per bloccare la Lega nell’applicazione delle impronte digitali per i docenti ed oggi cancelliamo l’obbligo per i dirigenti scolastici e gli altri operatori della scuola che spesso sono impegnati ben oltre il proprio orario di lavoro e ben oltre i propri carichi di lavoro per il bene della comunità scolastica”.

Lo scrive, sulla sua pagina Facebook, Luigi Gallo, presidente del MoVimento 5 Stelle in commissione Cultura a Montecitorio.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione