Decreto scuola: manca proroga contratto diplomati magistrali e concorso facenti funzioni DSGA

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Decreto scuola: ancora distanti le posizioni di Ministero e sindacati sui provvedimenti da adottare per porre fine al precariato e tutelare i docenti. 

Abbiamo riferito delle problematiche sorte nell’incontro di ieri 24 settembre, in prosecuzione di quello interlocutorio del 17 settembre.

Non c’è ancora nulla di concreto, al momento si è discusso solo sul concorso ordinario e straordinario per la secondaria di I e II grado. La misura per lo straordinario dovrebbe essere affidata al Decreto legge mentre tutti gli altri provvedimenti rientrerebbero in un Disegno di legge.

Non è ancora dato sapere cosa sia contenuto nel Disegno di legge ma sembra che, rispetto alla formulazione di agosto, manchi la “ciambella di salvataggio” per i diplomati magistrale e il concorso riservato per i facenti funzioni DSGA.

Diplomati magistrale, sentenze e ruolo e/o supplenza

Diplomati magistrale con titolo conseguito entro l’a.s. 2001/02, inseriti con riserva in GaE, accettano il ruolo o la supplenza.

Nel corso dell’anno scolastico arriva la sentenza di merito. Qualora questa sia negativa, la norma inserita nel decreto scuola presentato ad agosto avrebbe permesso di completare l’anno scolastico con contratto fino al 30 giugno 2020, per salvaguardare la continuità didattica.

Il termine “proroga” va intesa in questo senso, proroga di un contratto ricevuto nell’a.s. 2019/20 e che poi viene revocato in seguito alla sentenza.

La questione dei diplomati magistrale si è arenata in attesa della decisione della Corte di Cassazione, dopo le pronunce negative dell’Adunanza Plenaria del consiglio di Stato che per tre volte si è espressa in maniera negativa sull’inserimento dei docenti con diploma magistrale nelle Graduatorie ad esaurimento, dopo una certa data.

E dunque anche in questo caso è necessario – come lo scorso anno con il Decreto Dignità – di un intervento del Parlamento per non lasciare le classi scoperte nel corso dell’anno scolastico.

Nulla invece trapela circa la proposta di un concorso straordinario bis, riservato a diplomati magistrale e laureati in Scienze della formazione primaria con un anno di servizio nella scuola statale.

Facenti funzione DSGA 

Anche la proposta di un concorso riservato ai facenti funzioni DSGA per il 50% dei posti vacanti e disponibili potrebbe non trovare spazio nel’eventuale Disegno di Legge.

Trattativa in corso 

Precisiamo che la trattativa tra Miur e sindacati è ancora in corso, che probabilmente ci saranno ancora numerose novità e che il Miur si è riservato di approfondire più nello specifico le problematiche poste dai sindacati.

Il prossimo incontro è previsto per martedì 1° ottobre

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione