Decreto Scuola e Ricerca, MIUR: prosegue la Buona Scuola

Stampa

MIUR – “Con il decreto su Scuola e Ricerca approvato definitivamente oggi alla Camera si aggiungono ulteriori tasselli alla Buona Scuola e all’azione di questo Governo in materia di Istruzione. Abbiamo aumentato i compensi per i commissari del concorso per docenti, reso più efficienti e certe le modalità di pagamento delle supplenze, prorogato, con uno stanziamento di 64 milioni, il programma di interventi di piccola manutenzione #Scuolebelle, stanziato 12 milioni all’anno per il sostegno agli alunni con disabilità delle scuole paritarie.

MIUR – “Con il decreto su Scuola e Ricerca approvato definitivamente oggi alla Camera si aggiungono ulteriori tasselli alla Buona Scuola e all’azione di questo Governo in materia di Istruzione. Abbiamo aumentato i compensi per i commissari del concorso per docenti, reso più efficienti e certe le modalità di pagamento delle supplenze, prorogato, con uno stanziamento di 64 milioni, il programma di interventi di piccola manutenzione #Scuolebelle, stanziato 12 milioni all’anno per il sostegno agli alunni con disabilità delle scuole paritarie. Continua il nostro percorso per migliorare la qualità della vita scolastica”. Così il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini.

“Un altro segnale importante – prosegue il Ministro – è stato aver allargato la platea dei diciottenni che usufruiranno del bonus cultura da 500 euro, includendo anche i ragazzi con cittadinanza extra Ue. Il decreto prevede infine la valorizzazione delle nostre eccellenze nella ricerca: la scuola di dottorato del Gran Sasso Science Institute diventa finalmente permanente, con uno stanziamento di 3 milioni all’anno”.

Roma, 25 maggio 2016

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur