Decreto scuola, Fratoianni (Leu): abbiamo votato a favore ma rimangono tre questioni aperte

di redazione
ipsef

item-thumbnail
Dl Scuola = 
on. Nicola Fratoianni (Leu):
Un primo passo in avanti, la scuola inizia a tornare  al centro dell’attenzione.
Rimangono ancora questioni aperte su cui governo e maggioranza dovranno dare risposte nei prossimi mesi.
*****
“Votiamo a favore di questo decreto : è un passo avanti in un settore fondamentale per la crescita e per il futuro del Paese, che negli ultimi 20 anni è stato mortificato e utilizzando come bancomat per pagare i costi della crisi. E gli effetti sono ben evidenti nel tessuto sociale e nella qualità della democrazia.”

Lo ha affermato Nicola Fratoianni di Sinistra Italiana-Leu, prendendo la parola oggi nell’Aula di Montecitorio a nome del gruppo parlamentare di Leu sul Dl Con le misure urgenti in materia di reclutamento del personale scolastico e degli enti di ricerca.

“Devo però anche dire – ha proseguito il parlamentare di Leu – che ci sono tre questioni aperte, che non hanno trovato risposta definitiva e sufficiente nell’attuale decreto, su cui bisogna lavorare in maniera urgente nei prossimi mesi.

Innanzitutto, la platea del precariato storico. Non si può continuare a considerare i precari non meritevoli di accedere al ruolo, e servono quindi canali di ingresso chiari e costanti.
In secondo luogo, la vicenda degli ex Lsu e quindi delle internalizzazioni da completare, un percorso che è stato riaperto, nonostante le decisioni scellerate del governo precedente.”
“Infine, i test Invalsi – conclude Fratoianni – noi siamo contrari all’obbligatorietà di test inutili, che vedono la netta contrarietà di quasi tutte le organizzazioni studentesche. Bisogna intervenire e ridiscutere queste questioni.”
Versione stampabile
soloformazione