Decreto scuola, forse fiducia del Governo. Scade il 29 dicembre

Stampa

Il Decreto scuola potrebbe giungere al traguardo con la fiducia del Governo. Sono ore importanti, in cui si decide il destino professionale di numerosi insegnanti, dai precari con tre anni di servizio, ai docenti di ruoli, ai precari di religione, agli assistenti amministrativi facenti funzione DSGA. 

Sembra non esserci pieno accordo in Senato per cui potrebbe scattare la fiducia, in modo da assicurare il completamento del percorso nei limiti della naturale scadenza, fissata al 29 dicembre 2019.

Attesa febbrile da parte dei docenti, che chiedono ancora modifiche al testo.

Il PAS – le abilitazioni universitarie a carico dei docenti è uno dei nodi della discordia, ma anche il concorso riservato per gli insegnanti di religione cattolica è stato uno degli argomenti più discussi, nonché la possibilità di estendere il concorso per assistenti amministrativi facenti funzione DSGA a personale privo di laurea.

La scadenza del provvedimento è fissata al 29 dicembre, dato che il testo è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il 30 ottobre 2019.

La sintesi dei principali provvedimenti contenuti nel testo

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur