Decreto scuola, esplicitare che assunzioni 2020 in altra regione riguardano anche infanzia e primaria

WhatsApp
Telegram

Gli idonei del concorso a cattedra 2016 chiedono che nell’iter che porterà alla trasformazione in legge del decreto scuola pubblicato in GU il 30 ottobre 2019 si espliciti chiaramente che le assunzioni 2020 in altra regione riguarderanno anche infanzia e primaria. 

comunicato – Noi tutti, idonei del Concorso docenti 2016 aderenti al gruppo “Tutela per gli Idonei Concorso 2016 Infanzia e Primaria”, alla luce della pubblicazione in G.U. del DECRETO-LEGGE 29 ottobre 2019, n. 126  recanti “Misure di straordinaria necessità ed urgenza in materia di reclutamento del personale scolastico e degli enti di ricerca e di abilitazione dei docenti”, chiediamo alle SS.VV., nelle more della conversione in legge, di esplicitare chiaramente nel testo (come promesso e dichiarato da più rappresentanti politici) che le misure previste all’art. 1 commi 17 e 18 riguardano ANCHE le cdc Infanzia e Primaria.

Nonostante le rassicurazioni, dal testo non si evince a chiare lettere che le norme in esso contenute si riferiscono anche alle CDC Infanzia e Primaria, lasciando così la norma ad una logica, ma diversa, interpretazione da parte dei diversi “addetti ai lavori”.

In particolare:
• l’art. 1 riporta un’intestazione molto specifica riferita alla sola Scuola Secondaria (cit. “Disposizioni urgenti in materia di reclutamento e abilitazione del personale docente nella scuola secondaria”);
• il comma 17 fa riferimento solo: “…all’articolo 17, comma 2, lettera b) , del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59…” quindi sempre e solo Scuola Secondaria;
• il comma 18, seppur generico sui concorsi banditi nel 2016 (cit. “Le graduatorie del concorso di cui all’articolo 1, comma114, della legge 13 luglio 2015, n. 107, conservano la loro validità per un ulteriore anno, oltre al periodo di cui all’articolo1, comma 603, della legge 27 dicembre 2017, n. 205”) è sempre inserito nell’art 1 che riguarda sempre e solo la Scuola Secondaria.

Chiediamo altresì, fino allo stremo delle nostre forze:
• che venga realizzato/applicato il “Programma M5S Istruzione” nella parte in cui, al punto “1.2 La formazione iniziale e il reclutamento dei docenti”, lo stesso si è impegnato a “Censire i precari ancora presenti nelle varie graduatorie, soprattutto nelle classi di concorso in esubero (…), ai fini di attuare una programmazione il più possibile rispondente al fabbisogno delle scuole e inserire gli idonei nelle graduatorie di merito del concorso 2016”.

A prescindere da qualsivoglia altra misura, l’inserimento ufficiale in GM di tutti gli idonei oltre il tetto del 10% di tutte le Cdc del Concorso Docenti 2016 (Infanzia, Primaria e Secondaria) è la massima tutela che lo Stato può garantire a chi ha superato un concorso pubblico SELETTIVO con merito e sacrificio, dimostrando di essere ampiamente meritevole del ruolo al pari dei “vincitori”, in linea con la tutela dell’interesse pubblico e dell’economicità dello Stato che ha già ampiamente investito denaro pubblico per la selezione;
• che si proceda a destinare i posti liberati da Quota 100, prioritariamente alle GM del concorso 2016 (cdc Infanzia, Primaria e Secondaria comprensive degli idonei) e alle GAE con contratto giuridico al 1’ settembre 2019 ed economico al 1’ settembre 2020;
• che siano trasformate in organico di diritto TUTTE le cattedre attualmente poste in organico di fatto.

Nell’augurarvi buon lavoro, vi ricordiamo che:
Il merito NON può avere scadenza!
Il merito DEVE essere valorizzato!
Il merito DEVE essere tutelato!

Gli aderenti al gruppo “Tutela per gli Idonei Concorso 2016 Infanzia e Primaria” con il supporto del “Comitato Idonei Fantasma Secondaria Concorso 2016”.

Assunzioni 2020 con “chiamata lampo” in altra regione ma vincolo cinque anni. Ancora esclusi docenti GaE

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito