Decreto scuola e concorsi insegnanti, la settimana decisiva. Tutti i provvedimenti inseriti

Si apre una settimana decisiva per la scuola. Dovrebbe essere votato al Senato il decreto scuola, c’è tempo solo fino al 29 dicembre per convertirlo in Legge. 

Una sintesi dei provvedimenti inseriti nel Decreto Scuola

Reclutamento e abilitazione del personale docente

Articolo 1, commi 1-16, 18-ter, 18-octies e 1

L’articolo 1, commi da 1 a 16 e 19  prevede innanzitutto l’indizione di una procedura straordinaria, per titoli ed esami, per il reclutamento di docenti nella scuola secondaria di primo e di secondo grado, riservata a soggetti che hanno svolto – fra gli a.s. 2008/2009 e 2019-2020 – almeno tre annualità di servizio nelle scuole secondarie statali, ovvero sono stati impegnati in progetti regionali di formazione che prevedono attività di carattere straordinario, anche ai fini dell’adempimento dell’obbligo dell’istruzione, ovvero del contrasto alla dispersione scolastica.

La procedura straordinaria è bandita, con uno o più decreti del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, (solo) per le regioni, per le classi di concorso e per le tipologie di posto per le quali si prevede che, negli anni scolastici dal 2020/2021 al 2022/2023, vi saranno posti vacanti e disponibili.

Ciascun docente può partecipare alla procedura straordinaria in un’unica regione sia per il sostegno, sia per una classe di concorso.

E’inoltre  consentita la partecipazione contestuale alla procedura straordinaria e al concorso ordinario, anche per la medesima classe di concorso e tipologia di posto.

La medesima procedura straordinaria è finalizzata, altresì, a consentire, al ricorrere delle condizioni indicate, il conseguimento dell’abilitazione all’insegnamento nello stesso ordine di scuole ai soggetti che hanno svolto, anche cumulativamente, almeno tre annualità di servizio – nei medesimi a.s. sopra indicati – nelle scuole statali o paritarie, nonché nei percorsi del sistema educativo di istruzione e formazione professionale.

Preparati al concorso straordinario con il corso di Orizzonte Scuola per rientrare nei 24mila posti disponibili

Novità per il concorso ordinario

La procedura straordinaria deve essere avviata contestualmente a un concorso ordinario per titoli ed esami, sempre per il reclutamento di docenti nella scuola secondaria.

Per i concorsi ordinari per la scuola secondaria, si sopprimono le disposizioni transitorie che prevedevano la possibilità per i soggetti che avevano svolto almeno tre annualità di servizio nelle istituzioni del sistema educativo di istruzione e formazione, anche se privi di abilitazione e di altri requisiti previsti dalla normativa vigente, di partecipare ai concorsi con una riserva di posti a loro destinata. Nel concorso ordinario, particolare peso sarà assegnata alla valutazione del titolo di dottore di ricerca nell’ambito della valutazione dei titolo.

Corso di preparazione al concorso Secondaria di I e II grado

Ammessi con riserva specializzandi sostegno

I commi 18-ter e 18-octies dispongono l’ ammissione con riserva per posti di sostegno anche per i concorsi per la scuola dell’infanzia e la scuola primaria, dei docenti che stanno frequentando il relativo corso di specializzazione.

La prova del concorso e la prova per l’abilitazione

Il concorso straordinario prevedere una prova scritta computer-based composta da quesiti a risposta multipla, con punteggio minimo di 7/10. I candidati che superano la prova scritta collocandosi utilmente nella graduatoria del concorso sono ammessi a sostenere il periodo di prova. Durante il periodo di prova, che si può ripetere, gli interessati devono acquisirecon oneri a carico dello Stato, qualora non ne siano già in possesso, i 24 crediti formativi universitari o accademici richiesti dal d.lgs. 59/2017 .

Il periodo di prova si conclude con una prova orale, che si intende superata con punteggio minimo di 7/10, nella quale i candidati devono dimostrare di saper progettare e condurre una lezione.

Coloro che superano la prova scritta, ma non si collocano utilmente nella graduatoria del concorso, qualora siano titolari di un contratto (di supplenza) almeno sino al 30 giugno e abbiano acquisito i 24 crediti formativi richiesti dal d.lgs. 59/2017, possono sostenere una prova orale selettiva abilitante. 

Docenti di ruolo

Possono partecipare  – anche senza l’anno di servizio specifico –  i docenti di ruolo delle scuole statali con titolo di studio valido per la secondaria e almeno tre anni di servizio svolti tra l’anno scolastico 2008/09 e l’anno scolastico 2019/20.

Se i docenti di ruolo posseggono gli stessi requisiti dei docenti precari della scuola statale partecipano per ruolo + abilitazione, altrimenti solo per abilitazione

ITP insegnanti tecnico pratici

ITP partecipano con diploma e tre anni di servizio

Concorso straordinario secondaria: requisiti di accesso, programmi prova scritta, abilitazione [AGGIORNATO]

Back to school. La scuola riparte in sicurezza. Eurosofia ha creato dei nuovi protocolli formativi per sostenere la ripresa delle attività didattiche