Decreto scuola, Casa (M5S): 48.000 assunzioni, 9.000 posti recuperati da Quota 100, concorso docenti religione cattolica

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Decreto Istruzione, Casa (M5S): risposte attese per anni dalle scuole. Ora ripartiamo con lungimiranza.

“48.000 assunzioni di docenti a tempo indeterminato, 9.000 posti in più recuperati grazie a Quota 100, un concorso ordinario per i docenti di religione dopo ben 15 anni: con il decreto Istruzione, il mondo della scuola inizia a ricevere quelle risposte che attendeva da tanti, troppi anni”.
Così Vittoria Casa, deputata del MoVimento 5 Stelle in commissione Cultura
e relatrice del decreto Istruzione appena approvato a Montecitorio, che aggiunge: “si darà la possibilità ai docenti precari di potersi spostare su altre Regioni per essere assunti, purché garantiscano la continuità didattica per almeno 5 anni, e verrà eliminato l’esame biometrico per dirigenti scolastici e personale ATA, così come promesso nei mesi scorsi”.
“Ma non solo attenzione alla scuola, anche l’università e la ricerca sono al centro di questo provvedimento con misure fondamentali per dare più diritti ai ricercatori, ad esempio equiparando le tutele di chi lavora con assegno di ricerca o contratto di collaborazione a chi ha il contratto a tempo determinato. Inoltre”, prosegue la deputata del MoVimento 5 Stelle, “semplifichiamo la burocrazia per gli acquisti finalizzati alle attività di ricerca: università e altri enti non saranno più obbligati a utilizzare la piattaforma MEPA e a perdere tempo prezioso, probabilmente spendendo anche di più”.
“Insomma, un decreto pensato a 360 gradi e con grande lungimiranza, che siamo orgogliosi di rivendicare tanto per il contenuto quanto per il bel lavoro di condivisione realizzato all’interno della maggioranza”, conclude Casa.
Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione