Decreto scuola, bocciati emendamenti concorso religione cattolica e corso formazione ricorrenti concorsi Dirigenti Scolastici

di redazione
ipsef

item-thumbnail

A darne la notizia il Gruppo di Fratelli d’Italia, che scrive  “Signori del governo come spiegherete ai professori di religione cattolica e agli aspiranti dirigenti che ancora una volta non siete riusciti a dare risposte certe sul loro futuro?”

“Già perché oggi in commissione congiunta Cultura – Lavoro, sono stati respinti moltissimi emendamenti  scrive Ella Bucalo –  tra questi quelli presentati insieme ai colleghi Paola Frassinetti e Federico Mollicone, che puntavano a tutelare proprio queste due figure professionali.

I docenti di religione attendono da 15 anni un bando concorsuale che conceda loro la possibilità di partecipare alla procedura riservata.

Gli aspiranti dirigenti l’ammissione a una nuova sessione speciale del corso intensivo di formazione in favore dei soggetti ricorrenti, avverso i bandi di concorso per dirigenti scolastici indetti nel 2011, 2015 o 2017.

In Aula, nelle prossime ore  – conclude Bucalo – dimostrate un po’ di buona volontà, un’apertura di dialogo. Lavoriamo insieme nell’interesse di chi porta avanti il nome dell’Istituzione Italiana più importante: la scuola
Come Fratelli d’Italia osserveremo e vigileremo, ma al contempo saremo pronti ad entrare in battaglia, perché sulla #scuola non permetteremo a nessuno di speculare.”

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione