Decreto scuola, Azzolina: subito regolamento graduatorie di istituto provinciali e call veloce per ruolo in altra regione

di redazione

item-thumbnail

Sono due i provvedimenti del Decreto Scuola che avranno la precedenza: il regolamento per la trasformazione delle graduatorie di istituto in provinciali e la decreto per la “call veloce”.

Così scrive il neoMinistro subito dopo la sua nomina

Scriveremo rapidamente i provvedimenti attuativi del decreto scuola. Primi fra tutti il nuovo regolamento per velocizzare la chiamata dei supplenti e quello per la ‘call’ che consentirà a chi vuole subito il ruolo e il contratto a tempo indeterminato di poter andare a insegnare volontariamente anche in un’altra regione diversa dalla propria.

Graduatorie di istituto provinciali: come funzioneranno

Non bisognerà più scegliere tot scuole, ma si parteciperà alle supplenze da conferire in tutti gli istituti della città. La convocazione avverrà dopo il conferimento delle supplenze da GaE.

La norma riguarda le supplenze: al 31 agosto e 30 giugno

Per le supplenze brevi rimane il limite di tot scuole da scegliere, che sarà 20.

La call veloce per assunzione in altra regione

I docenti già inseriti nelle GaE, nelle graduatorie dei concorsi 2016 e 2018 possono presentare istanza al fine dell’immissione in ruolo in territori diversi da quelli di pertinenza delle medesime graduatorie.

Si potrà scegliere una o più province di una medesima regione, per ciascuna graduatoria di provenienza.

Le immissioni in ruolo da questa call veloce saranno disposte entro il 10 settembre di ciascun anno scolastico.

Immissioni in ruolo docenti: come si svolgeranno a settembre 2020 [TUTTE LE NOVITA’]

Versione stampabile
soloformazione