Decreto scuola, Azzolina (M5S): potrà essere migliorato. Insegnanti paritarie sì ad abilitazione, ma precari statale hanno subìto torto dallo Stato

WhatsApp
Telegram

Decreto scuola salvaprecari: il Sottosegretario Lucia Azzolina (M5S) è intervenuta a Zapping su Radio 1 parlando delle misure contenute nel testo che sarà discusso in Aula dal 25 novembre. 

La Azzolina si dice “abbastanza soddisfatta” del testo firmato dal Presidente Mattarella, ma aggiunge “potrà essere migliorato in Parlamento“.

Vi è dunque la consapevolezza che alcuni aspetti del testo, su cui precari e sindacati puntano il dito, sono ancora incompleti.

Il sottosegretario ha parlato anche della modifica introdotta in seguito ai rilievi degli Uffici del Quirinale “i precari delle paritarie lamentavano una cosa sacrosanta“, ossia il fatto che senza abilitazione non possono essere assunti a tempo indeterminato nelle paritarie e spesso anche a tempo determinato.

Lo Stato deve dunque fornire uno strumento per poter conseguire l’abilitazione.

Questi docenti – prosegue la Azzolina – potranno poi fare il concorso ordinario

Non  il concorso straordinario, perché questo è pensato per chi ha subìto un abuso da parte dello Stato“.

Nei prossimi giorni le Commissioni istruzione e lavoro si riuniranno per lavorare sul testo, che approderà in Aula il 25 novembre.

Decreto scuola, assegnato alle Commissioni. Discussione in Aula dal 25 novembre, tutto l’iter

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario secondaria, EUROSOFIA: Il 3 febbraio non perderti il webinar gratuito a cura della Prof.ssa Maria Grazia Corrao