Decreto salva scatti, oggi in VII Senato. CISL polemizza: “non siamo noi a sottrarre risorse alla scuola”

di redazione
ipsef

red – Come anticipato dalla nostra redazione, oggi in VII commissione al Senato inizia il percorso di conversione del decreto-legge 23 gennaio 2014, n. 3 per la proroga degli automatismo stipendiali del personale della scuola. Oggi primo incontro con i sindacati. MEF congerma nostre anticipazioni: da febbraio ripristino posizioni stipendiali

red – Come anticipato dalla nostra redazione, oggi in VII commissione al Senato inizia il percorso di conversione del decreto-legge 23 gennaio 2014, n. 3 per la proroga degli automatismo stipendiali del personale della scuola. Oggi primo incontro con i sindacati. MEF congerma nostre anticipazioni: da febbraio ripristino posizioni stipendiali

Decreto che è, a seguito della sua pubblicazione in Gazzetta, pienamente in vigore e dovrà essere convertito entro il 24 marzo.

Salvo intoppi dovuti a tentativi di emendare il testo, il percorso dovrebbe essere abbastanza lineare e i tempi dovrebbero essere ampiamente rispettati. Ne seguiremo il percorso.

Altra questione riguarda, invece, la contrattazione con i sindacati per il reperimento delle somme per la copertura finanziaria. Accordo da raggiungere entro giugno, pena la retrocessione stipendiale.

Sulla questione è intervenuta la CISL apprezzando la posizione che il Ministro ha assunto presso la VII commissione Senato, dove ha presentato le difficoltà nella risoluzione della questione degli scatti. Ma denunciando come i dati diffusi si siano prestati, dice il Segretario Scrima, "troppo facilmente a letture distorte, spesso proposte sui ‘media’, per cui il sindacato diventerebbe colpevole di sottrarre fondi destinati alle ‘attività aggiuntive in favore degli alunni’."

"Provocazioni. – dice Scrima – E’ chi ha tolto risorse alla scuola a metterla in difficoltà, non chi utilizza quelle contrattuali per tutelare le retribuzioni. Dev’essere chiaro a tutti che non stiamo usando soldi di altri, le risorse del MOF sono salario dei lavoratori. La politica ne prenda atto e non si sottragga al dovere di rimediare ai danni che ha fatto."

La parola, adesso passa al Parlamento e all’ARAN dove si dovrà trovare un accordo per integrare una parte dei fondi per il pagamento degli scatti stipendiali.

Oggi il primo incontro con il Ministro, chiesto dai sindacati per affrontare proprio la questione scatti, ma anche quella relativa alle posizioni economiche del personale ATA.

Iscriviti alla nostra pagina FaceBook News in tempo reale

Vedi anche

Decreto sblocco scatti stipendiali, già al Senato. Negoziazione con sindacati entro 30 giugno 2014 o tornerà retrocessione. Stipendi comunque salvi

Stipendio del personale della scuola: ecco cosa è accaduto a gennaio 2014. A febbraio saranno ripristinate le posizioni stipendiali. Nota MEF

Versione stampabile
anief anief
soloformazione