Decreto salva-Dirigenti e proroga per le pulizie delle scuole, inizia oggi il percorso parlamentare

Di
WhatsApp
Telegram

red – Il Decreto ha quale obiettivo di permettere il mantenimento dei posti ai Dirigenti scolastici in quelle Regioni in cui ci sono ricorsi pendenti. All’articolo 2 interventi anche per quanto riguarda la pulizia delle scuole.

red – Il Decreto ha quale obiettivo di permettere il mantenimento dei posti ai Dirigenti scolastici in quelle Regioni in cui ci sono ricorsi pendenti. All’articolo 2 interventi anche per quanto riguarda la pulizia delle scuole.

La discussione per la conversione in legge inizierà dal Senato, VII Commissione cultura, giorno 15 aprile. Al Decreto è stato assegnato n. 58 e ha quale oggetto, "Misure urgenti per garantire il regolare svolgimento del servizio scolastico"

Ricordiamo che il Decreto fa salvo l’esercizio della funzione dirigenziale a seguito di annullamento giurisdizionale della procedure dell’ultimo concorso bandito. Il personale in servizio con contratto a tempo indeterminato con funzioni di Drigente scolastico, a seguito della procedura concorsuale annullata, continua, comunque, a svolgere le proprie funzioni, in via transitoria e fino all’avvenuta rinnovazione della procedura concorsuale, nelle sedi di rispettiva assegnazione alla data in entrata in vigore del decreto"

Inoltre, specifica il testo, sono fatti salvi "gli atti adottati dal predetto personale nell’espletamento degli incarichi"

Nel secondo articolo, invece, si danno indicazioni per il regolare svolgimento dei servizi di pulizia e ausiliari nelle scuole

Il testo integrale del Decreto

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione;
Ritenuta la straordinaria necessita’ di adottare  misure  d’urgenza volte a garantire il regolare  svolgimento  del  servizio  scolastico sull’intero territorio nazionale;
Ritenuta, in particolare, la straordinaria necessita’ ed urgenza di emanare, nelle more della rinnovazione e del completamento, a seguito di annullamento giurisdizionale, della procedura concorsuale a  posti di dirigente scolastico, di cui al decreto direttoriale del 13 luglio 2011, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – 4ª serie speciale – n. 56 del  15  luglio  2011,  disposizioni  finalizzate  a  consentire   la continuita’  dell’esercizio  delle  funzioni  dirigenziali,  in   via transitoria  e  nelle  sedi  di  assegnazione,  dai   soggetti   gia’ dichiarati vincitori delle medesime procedure concorsuali;
Ritenuta, altresi’,  la  straordinaria  necessita’  ed  urgenza  di consentire la regolare conclusione dell’anno scolastico  in  ambienti in cui siano garantite idonee  condizioni  igienico-sanitarie,  nelle regioni in cui non e’ ancora attiva la convenzione-quadro Consip  per l’affidamento dei servizi di pulizia e altri servizi ausiliari;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri,  adottata  nella riunione del 31 marzo 2014;
Sulla proposta del Presidente del  Consiglio  dei  Ministri  e  del Ministro dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca;

Emana
il seguente decreto-legge:

Art. 1
Disposizioni  urgenti  per  il  corretto  svolgimento  dell’attivita’scolastica

1. Al fine di garantire l’esercizio della funzione  dirigenziale  a seguito di annullamento giurisdizionale della procedura concorsuale a posti di dirigente scolastico, di cui al decreto direttoriale del  13 luglio 2011, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – 4ª serie  speciale – n. 56 del 15 luglio 2011, il personale in servizio con contratto  a tempo indeterminato con funzioni di dirigente scolastico,  a  seguito della procedura concorsuale annullata, continua a svolgere le proprie funzioni, in via transitoria e fino all’avvenuta  rinnovazione  della procedura concorsuale, nelle sedi  di  rispettiva  assegnazione  alla data di entrata in vigore del presente decreto. Sono fatti salvi  gli atti  adottati  dal  predetto   personale   nell’espletamento   degli incarichi di cui al presente comma.

2. Dall’attuazione del comma 1 non devono derivare nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica.

Art. 2
Disposizioni urgenti per  il  regolare  svolgimento  dei  servizi  di pulizia e ausiliari nelle scuole

1.  Al  fine  di  consentire  la  regolare  conclusione   dell’anno scolastico in ambienti in cui siano garantite  le  idonee  condizioni igienico-sanitarie,  nelle  regioni  ove  non  e’  ancora  attiva  la convenzione-quadro Consip per l’affidamento dei servizi di pulizia  e altri servizi ausiliari, dal 1° aprile 2014 e  comunque  fino  a  non oltre il 31 agosto 2014,  le  istituzioni  scolastiche  ed  educative provvedono all’acquisto dei  servizi  di  pulizia  ed  ausiliari  dai medesimi raggruppamenti e imprese che li assicurano alla data del  31 marzo 2014.

2. Gli acquisti di cui al comma 1 avvengono nel limite di spesa  di cui all’articolo 58, comma 5, del decreto-legge 21  giugno  2013,  n. 69, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2013, n.  98, alle condizioni tecniche previste dalla  convenzione  Consip  e  alle condizioni  economiche  pari  all’importo   del   prezzo   medio   di aggiudicazione per ciascuna area omogenea nelle  regioni  in  cui  e’ attiva la convenzione Consip.

Art. 3
Entrata in vigore

1. Il presente decreto entra in vigore il giorno stesso  della  sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della  Repubblica  italiana  e sara’ presentato alle Camere per la conversione in legge. Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sara’ inserito nella  Raccolta  ufficiale  degli  atti  normativi  della  Repubblica italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur