Decreto Legge green pass ter, proposte emendative Udir: “Servono modifiche opportune”

WhatsApp
Telegram

Sono scaduti i termini di presentazione degli emendamenti al decreto 127 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 22 settembre contenente “Misure urgenti per assicurare lo svolgimento in sicurezza del lavoro pubblico e privato mediante l’estensione dell’ambito applicativo della certificazione verde COVID-19 e il rafforzamento del sistema di screening”: tra le modifiche, ve ne è una del Governo che inserisce le norme del DL 137.

Il decreto ha assorbito, tramite un emendamento presentato dal Governo, il 3.0.1000, il disegno di legge 8 ottobre 2021, n. 139, così detto decreto Capienze “disposizioni urgenti per l’accesso alle attività culturali, sportive e ricreative, nonché per l’organizzazione di pubbliche amministrazioni e in materia di protezione dei dati personali”.

Il disegno di legge dovrà essere convertito entro il 20 novembre e, dopo questa fase in esame al Senato, passerà alla Camera dei deputati per la definitiva approvazione.

Il sindacato Udir ha presentato emendamenti per migliorare il testo; di seguito i dettagli.

 

Emendamenti al testo

1.21

Augussori, Grassi, Calderoli, Riccardi, Pirovano

 

Al comma 1, capoverso «art. 9-quinquies», comma 5, dopo il primo periodo, inserire il seguente: “Per la validità della certificazione fa fede, a prescindere dall’orario in cui viene effettuato il controllo, l’orario di ingresso del personale nel proprio luogo di lavoro e la certificazione si intende valida fino al termine dell’orario lavorativo giornaliero.

Conseguentemente, all’articolo 3, comma 5, dopo il primo periodo, inserire il seguente: “Per la validità della certificazione fa fede, a prescindere dall’orario in cui viene effettuato il controllo, l’orario di ingresso del personale nel proprio luogo di lavoro e la certificazione si intende valida fino al termine dell’orario lavorativo giornaliero.”

 

1.24

Iannone, Malan, La Russa, Zaffini

Al comma 1, capoverso «art. 9-quinquies», apportare le seguenti modifiche:

 

a) sostituire il comma 6 con il seguente:

«6. Il personale di cui al comma 1, nel caso in cui comunichi di non essere in possesso della certificazione verde COVID-19 o qualora risulti privo della predetta certificazione al momento dell’accesso al luogo di lavoro, al fine di tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori nel luogo di lavoro, assicura comunque le prestazioni lavorative nelle modalità a distanza, laddove compatibili con la natura delle mansioni svolte ovvero anche attraverso temporanea adibizione a diversa mansione ricompresa nella medesima categoria o area di inquadramento.».

b) sopprimere i commi 7, 8 e 9.

 

1.35

Iannone, Malan, La Russa, Zaffini

 

Al comma 1, capoverso «art. 9-quinquies», aggiungere in fine il seguente comma:

 

«13-bis. Per gli eventi avvenuti in seno alle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado nel corso dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, è esclusa, ai sensi dell’articolo 51 del codice penale, la punibilità penale nei riguardi del Dirigente scolastico che abbia ottemperato a tutte le prescrizioni previste dalle linee guida “Piano scuola 2020/2021” e successive modifiche e integrazioni.»

 

3.3

Granato, Angrisani, Crucioli, Abate, Giannuzzi, La Mura, Mininno, Lannutti

 

4. Lo Stato, nel rispetto degli articoli 2, 3, comma 2, e 4, comma 1, assicura la gratuità dei test di cui all’articolo 9, comma 2, lettera c), ai fini dell’accesso ai luoghi di lavoro di cui al comma 1 del presente articolo.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiunte nuove simulazioni di prova orale da scaricare. Simulatore EDISES per la prova scritta. Solo 150 EURO